Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Tomografia Computerizzata ''Cone Beam'' (CBCT) nella pianificazione e nel monitoraggio dei trattamenti percutanei di termo-ablazione con microonde delle neoplasie epatiche

La recidiva tumorale a livello del fegato dopo trattamento ablativo percutaneo costituisce un problema rilevante; essa può essere locale, se origina lungo i margini della lesione già sottoposta ad ablazione, o a distanza, se si tratta di un nuovo tumore insorto in una sede distinta da quella del pregresso trattamento. Le cause della recidiva locale sono rappresentate da un’incompleta ablazione della lesione o dal mancato ottenimento di margini di ablazione sufficienti; la sopravvivenza dei pazienti e la recidiva di malattia dipendono dalla completa ablazione del tessuto neoplastico, inclusa un’area di tessuto sano contigua al tumore, detta margine di sicurezza (5-10 mm).
L’obiettivo di questo lavoro è quello di studiare l’utilità della Tomografia Computerizzata “Cone Beam” (CBCT) applicata ai trattamenti percutanei di termoablazione di neoplasie epatiche, valutando in particolare la percentuale di pazienti che hanno presentato un residuo di malattia al follow-up post-procedura.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La recidiva tumorale a livello del fegato dopo trattamento ablativo percutaneo costituisce un problema rilevante; essa può essere locale, se origina lungo i margini della lesione già sottoposta ad ablazione, o a distanza, se si tratta di un nuovo tumore insorto in una sede distinta da quella del pregresso trattamento. Le cause della recidiva locale sono rappresentate da un’incompleta ablazione della lesione o dal mancato ottenimento di margini di ablazione sufficienti; la sopravvivenza dei pazienti e la recidiva di malattia dipendono dalla completa ablazione del tessuto neoplastico, inclusa un’area di tessuto sano contigua al tumore, detta margine di sicurezza (5-10 mm) (1). L’obiettivo di questo lavoro è quello di studiare l’utilità della Tomografia Computerizzata “Cone Beam” (CBCT) applicata ai trattamenti percutanei di termoablazione di neoplasie epatiche, valutando in particolare la percentuale di pazienti che hanno presentato un residuo di malattia al follow-up post-procedura.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Alessandro De Martino Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2523 click dal 01/10/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.