Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Uno sguardo ad Oriente tra il XVI e il XVII secolo. Rapporti tra Occidente e Giappone durante il ‘Secolo Cristiano’ (1549-1650).

L’elaborato finale da me proposto verterà sui rapporti instaurati tra Occidente e Giappone durante il cosiddetto secolo cristiano; periodo storico che coprì un arco temporale cominciato nel 1549, coinciso con l’arrivo del gesuita Francesco Saverio in Giappone e concluso nel 1650, anno in cui la religione cristiana ebbe il suo epilogo sull’arcipelago giapponese. Al contempo descriverò le relazioni tra il Giappone e gli altri europei, olandesi e inglesi, che seguirono le orme coloniali di Portogallo e Spagna in Asia orientale, fino alla chiusura del paese all’occidente. Il testo verrà corredato di immagini e documenti che testimoniarono tali relazioni.
In particolare, l’elaborato finale sarà costituito da un’introduzione, nella quale esporrò il quadro generale dell’espansione portoghese in Asia, soffermandomi sull’arrivo dei primi portoghesi in Giappone, partiti dalle basi commerciali in India, e sulle prime descrizioni dell’arcipelago. Il I capitolo, avrà come tema il secolo cristiano; l’arrivo dunque del gesuita Francesco Saverio e i suoi tentativi di evangelizzazione fino alla sua partenza nel 1551 e la sua corrispondenza con i confratelli in India e in Europa. Il II capitolo tratterà degli anni che segnarono il primo declino del cristianesimo in Giappone, coincisi con l’emanazione dei primi editti anticristiani e le prime persecuzioni, fino all’arrivo di un’altra grande personalità gesuita: Alessandro Valignano. Il III capitolo, infine, esporrà le relazioni tra il nascente governo giapponese Tokugawa (1603) e le compagnie olandesi e inglesi che soppiantarono il dominio commerciale iberico all’inizio del XVI secolo, fino alla definitiva cacciata degli occidentali dall’arcipelago, evento che segnò l’inizio del “Sakoku”, l’era della politica isolazionistica del Giappone e la fine della Cristianità in terra nipponica. La conclusione proporrà alcune considerazioni relative agli stereotipi culturali che nacquero tra Europa e Giappone durante l’incontro tra differenti visioni del mondo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Uno sguardo ad Oriente tra il XVI e il XVII secolo. Rapporti tra Occidente e Giappone durante il ‘Secolo Cristiano’ (1549-1650). L’elaborato finale da me proposto verterà sui rapporti instaurati tra Occidente e Giappone durante il cosiddetto ‘secolo cristiano’. periodo storico che coprì un arco temporale cominciato nel 1549, coinciso con l’arrivo del gesuita Francesco Saverio in Giappone e concluso nel 1650, anno nel quale la diffusione della religione cristiana ebbe il suo epilogo sull’arcipelago giapponese. Al contempo descriverò le relazioni tra il Giappone e gli altri europei, Olandesi e Britannici, che seguirono le orme coloniali di Portogallo e Spagna in Asia orientale, fino alla chiusura del paese all’Occidente. Il testo verrà corredato di immagini e documenti che testimoniarono tali relazioni. In particolare, l’elaborato finale sarà costituito da un’introduzione, nella quale esporrò il quadro generale dell’espansione portoghese in Asia, soffermandomi sull’arrivo dei primi portoghesi in Giappone, partiti dalle basi commerciali in India, e sulle prime descrizioni dell’arcipelago. Il I capitolo, avrà come tema il secolo cristiano, con l’arrivo del gesuita Francesco Saverio e i suoi tentativi di evangelizzazione fino alla sua partenza nel 1551 e la sua corrispondenza con i confratelli in India e in Europa. Il II capitolo tratterà degli anni che segnarono il primo declino del cristianesimo in Giappone, coincisi con l’emanazione dei primi editti anticristiani e le prime persecuzioni, fino all’arrivo di un’altra grande personalità gesuita: Alessandro Valignano. Il III capitolo, infine, esporrà le

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e culture europee, euroamericane ed orientali

Autore: Gianpaolo Crisafi Contatta »

Composta da 103 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 813 click dal 07/10/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.