Skip to content

Storia dei 7 Vizi Capitali, dal passato alla personalità moderna

Informazioni tesi

  Autore: Flaminia Bramati
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Mario Pollo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 74

Questa indagine si propone di ripercorrere sotto una lente psicologica la storia e l'evoluzione del vizio, in passato comunemente classificato come un comportamento ad accezione negativa, ha accompagnato l'uomo lungo tutto il suo cammino storico-evolutivo. Attraversando varie epoche, caratterizzando le personalità di personaggi storici e mutando forma e nome, il vizio, si ripropone oggi nella società moderna del consumo e dell'apparire, rinnovando positivamente le sue vesti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Parte I - Il Vizio 1.Storia del vizio Dirigendo il nostro sguardo al di là dell‟idea che le azioni piacevoli reiterate possano legarsi al vizio, è d‟obbligo in questa sede ampliare la nostra ricerca alle origini storiche e alla concreta nascita a livello sociale e letterario del nostro campo di interesse. Le radici storiche della classificazione dei vizi hanno confini nebulosi e incerti, a essi sono spesso attribuiti significati nefasti e ciò ci porta a volgere il nostro sguardo direttamente verso il cattolicesimo ed alla nozione culturalmente diffusa di peccato capitale; i 7 peccati capitali sono frutto di una riflessione molto importante per la teologia cristiana, eppure le sacre scritture non ne fanno menzione. La storia umana, nel tempo, ha avuto a che fare con vari tipi vizi ed eccessi comportamentali, i loro echi risuonano e ritornano in diverse epoche, manifestandosi in modo peculiare per ogni cultura, nei suoi valori e tradizioni ma anche nelle singolarità caratteriali spesso manifeste in molti personaggi storici vissuti in queste diverse società. Senza la pretesa di essere esaustivi, riportiamo qui diversi distillati storici del passato legati alla storia del vizio; il tempo ci riporta innanzitutto alle prime riflessioni sui comportamenti umani dei grandi intellettuali provenienti da epoche antiche, primi fra tutti, i sapienti della Grecia arcaica. 1.1 - Le società arcaiche, storia Greco-Romana La tradizione culturale greca e la sua grande speculazione filosofica hanno inizio nel IX-VIII sec, epoca a cui si può far risalire la composizione scritta dell‟Iliade, dell‟Odissea e delle opere di Esiodo; in questi testi sono già riscontrabili allusioni velate o più esplicite ai vizi o agli eccessi comportamentali: Omero descrisse la figura di Ulisse come un truffatore astuto e fortunato, nell‟Iliade l‟ira di Achille non solo è l‟argomento con cui sia apre il poema, “Cantami, o diva del Pelìde Achille l’ira funesta che infiniti addusse lutti agli achei..”, ma anche il suo fulcro narrativo. Altri racconti della mitologia greca mostrano che gli dei stessi erano tutt‟altro che immuni ai vizi ed anzi, essi apparivano immersi in combutte, sotterfugi ed invidie degne di bambini litigiosi piuttosto che di modelli di integrità. Dal VI, al IV sec. la Grecia visse un‟epoca di grandi trasformazioni, la caduta delle grandi oligarchie ed il tumulto politico-sociale resero più cosciente il popolo dei suoi diritti, nacquero in questo periodo gli stati democratici, di cui Atene è l‟esempio più illustre, e con essi, nuove religioni; tra esse l‟orfismo ed il pitagorismo. Le origini del culto orfico 6 derivano non solo alla figura di Orfeo, leggendario cantore della tracia che affascinava con il suono della sua lira, ma affondano le radici nei culti egizi ed orientali legati alla metempsicosi, ed ai miti legati al dio Dioniso. Nell‟orfismo si ha infatti una radicale rottura con la religione olimpica fondata sulla separazione tra umanità e divinità. L‟anima, chiamata “daimon”, 6 Pollo M. (2012) “La caduta dell’angelo: sacro e tossicomania della modernità, un approccio di psicopedagogia culturale”. Società editrice Franco Angeli, Milano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

devianza
personalità
vizio virtù
peccato capitale
superbia avarizia ira
lussuria gola invidia accidia
patologia psicopatologia
addiction dipendenza
palahniuk
effetto lucifero zimbardo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi