Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Repubblica e il gusto letterario degli anni '90

Oggetto di questo studio è il gusto letterario degli anni '90 così come esso si configura e viene trasmesso attraverso le pagine culturali di un quotidiano molto diffuso in Italia: "La Repubblica". Il quotidiano creato da Eugenio Scalfari non è in questa tesi tuttavia da considerarsi semplicemente come un contenitore; è esso stesso oggetto di ricerca e al medesimo sono interamente dedicati i primi capitoli. Questa tesi si conclude con due interviste fatte, nei mesi di marzo e aprile 1996 ad Eugenio Scalfari, fondatore e direttore per vent'anni de "La Repubblica" e Paolo Mauri, all'epoca responsabile delle pagine culturali del quotidiano di Piazza Indipendenza.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione "Ci si serva del giornale per isolarsi in un mezzo di trasporto pubblico o per coinvolgersi nella vita della comunità mentre si gode del proprio isolamento, il mosaico giornalistico riesce [comunque l a svolgere una funzione comp lessa e a molteplici livelli di consapevolezza e di partecipazione di gruppo alla quale il libro non è stato mai in grado di adempiere. " M .Mc. Luban, Gli strumenti del comunicare, Milano, TI Saggiatore, 1963, p.230 La mia tesi prende aVVIO con questa citazione di Marshall Mc. Luhan in quanto oggetto di questo studio vuole essere il gusto letterario degli anni '90 così come esso si configura e viene trasmesso attraverso le pagine culturali di un quotidiano molto diffuso in Italia, "La Repubblica". La decisione di basare questa ricerca su di un prodotto giornalistico e di procedere dunque attraverso l'analisi delle pagine culturali del quotidiano romano degli anni 1991-1992, è stata determinata da diversi motivi, il primo fra i quali è, parafrasando Mc. Luhan, la socialità, elemento secondo me fondamentale per quanto riguarda il fenomeno della trasmissione culturale. Il giornale è infatti il risultato di una serie di operazioni collettive che si rivolge alla comunità tutta, la quale a sua volta cerca in esso una conferma del proprio modo di concepire il mondo, delle proprie idee ed una risposta dunque ai propri interessi l l Su questo argomento vedi R. GUBERN, Immagine e messaggio nella cultura di massa, (1974), Napoli, Liguori, 1976, pp. 173-237.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Consuelo Terrin Contatta »

Composta da 260 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1408 click dal 11/09/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.