Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione e Attrattività delle ONG. Una esplorazione sui fondamenti morali

In questa tesi si è presa in considerazione una delle più moderne teorie sviluppate negli studi morali, la Moral Foundation Theory, che nasce e viene applicata soprattutto per studi politici negli USA. La teoria si prefigge di rintracciare i fondamenti morali degli individui, che postula come innati, anche se influenzabili da variabili contestuali e culturali. La teoria è tutt’ora in via di sviluppo, ma per questa tesi si è considerata la versione a 5 fondamenti: Harm/Care (Prendersi Cura), Fairness/Reciprocity (Giustizia), Ingroup/Loyalty (Lealtà verso il gruppo), Authority/respect (Gerarchie ed ordine sociale), Purity/Sanctity (Purezza).
Qui si è applicata la teoria ad un campo diverso rispetto quello dei primi studi , e si è scelto quello delle ONG italiane, così da verificarne l’efficacia anche in altri contesti. Si è quindi scelto come modello il Cesvi, una delle ONG operanti nel settore, applicando un’analisi lessicometrica ai testi comunicativi dell’ente. L’analisi è stata svolta in lingua inglese per non alterare eccessivamente il senso dell’elenco delle key-words fornite dagli autori della MFT, e garantirne così l’affidabilità. I dati raccolti sono poi stati confrontati con quelli ottenuti precedentemente da un’altra ricerca (Sarrica et al.) svolta tramite l’impiego di una traduzione del Moral Foundation Questionaire (il questionario messo a punto dalla MFT) , somministrato ad un campione di partecipanti operanti nell’organizzazione. Il campione era formato da 346 individui, divisi in candidati (mai stati in missione) e collaboratori (che hanno svolto almeno una missione). Facendo un confronto tra le configurazioni morali risultanti dall’analisi dell’ente e quelle del personale, i risultati mostrano sia punti di incontro che divergenze.
L’analogia principale risiede nell’alta importanza data al fondamento “Care/Harm”, ovvero quella dimensione morale inerente al prendersi cura di persone che ne hanno più bisogno.
Nell’analisi del contenuto sono risultate importanti anche le dimensioni Ingroup ed Authority, che non hanno un riscontro significante nei dati del questionario. Per i partecipanti infatti la dimensione più importante è quella concernente la Fairness, ovvero la giustizia. Le discrepanze riguardo la dimensione Authority possono essere dovute alla presenza di norme all’interno dei testi, mentre quelle inerenti la dimensione Ingroup potrebbero indicare la possibilità per l’ente di curare maggiormente questo aspetto nella comunicazione interna col proprio personale, al fine di aumentare appunto la coesione di gruppo.
Inoltre la discrepanza riguardante il fondamento Fairness potrebbe suggerire all’organizzazione di curare maggiormente, nei propri testi comunicativi, i riferimenti a dato elemento morale, in modo di aumentare il grado identificazione degli individui, e, conseguentemente, anche il livello di partecipazione alle attività dell’ente stesso.
La MFT è risultata parzialmente utile ed efficace, in quanto l’uso di item più teorici che psicometrici può dare vita a più di un problema nell’applicazioni della teoria stessa in contesti diversi da quello per la quale è stata inizialmente ideata. Si pensa quindi che, sebbene sia in grado di dare un buon quadro dei contesti morali che studia, sarebbe opportuno apportare modifiche e varianti quando la si voglia utilizzare in contesti differenti.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Le Organizzazioni Non Governative, la comunicazione, l’ Employer Branding 
 
 
 1.1 Il Panorama delle ONG in Italia 
 
 Le Organizzazioni non governative (ONG) svolgono le proprie funzioni nel campo della cooperazione e dello sviluppo, sia a livello nazionale che internazionale. Tuttavia non è facile pervenire ad una definizione univoca di Organizzazione non Governativa 
 date le differenze che sussistono con gli altri tipi di organizzazioni no profit, campo che comprende enti anche molto diversi fra loro per struttura, tipi di finanziamento, ambito di attività, tipo di gestione, finalità. 
 All’interno delle “No-Profit” infatti rientrano tutte quelle realtà che non hanno fini di lucro, ma tuttavia è bene tenere presente che all’interno di questa mega-area coesistono situazioni molto   5

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Carola Fachechi Contatta »

Composta da 158 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 689 click dal 30/10/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.