Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi delle prestazioni di un sistema solare ad adsorbimento

Il lavoro svolto ha avuto come obbiettivo l'acquisizione delle principali fenomenologie di scambio termico e termodinamiche che sono alla base del funzionamento delle pompe di calore, in particolare riferimento alle pompe di calore ad adsorbimento, con il fine di esporre una panoramica sulle tecnologie attualmente in uso.
Il primo luogo è stata svolta una ricerca bibliografica per una esposizione delle principali tecnologie usate oggi per la realizzazione di macchinari atti alla climatizzazione dell'aria partendo dalle macchine a compressione di vapore che utilizzato fluidi frigorigeni, poi alle macchine ad assorbimento, per poi concentrarsi sulle macchine ad adsorbimento. Mettendo l'accento sulle problematiche del risparmio energetico e della sostenibilità ambientale, fissando pregi e difetti delle vari tecnologie.
Successivamente si è descritto un impianto in grado di condizionare l'aria con l'utilizza di energia solare e un chiller con gel di silice, fruttando un ciclo termodinamico ad adsorbimento. Analizzato in profondità il funzionamento del sistema, con l'ausilio di un modello di simulazione dinamica creato in SIMULINK, ne abbiamo ipotizzato il funzionamento nel periodo dei tre mesi estivi, da giugno ad agosto, creando tre diverse condizioni di funzionamento, cioè variando il volume del boiler di accumulo di acqua calda. Con i dati ottenuti dalle oltre 72 ore di simulazione, usando MATLAB, abbiamo costruito diversi grafici per analizzare le prestazioni del sistema e confrontare le tre diverse condizioni di funzionamento, non trovando però sostanziali variazioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione INTRODUZIONE Il lavoro svolto ha avuto come obbiettivo l'acquisizione delle principali fenomenologie di scambio termico e termodinamiche che sono alla base del funzionamento delle pompe di calore , in particolare riferimento alle pompe di calore ad adsorbimento, con il fine di esporre una panoramica sulle tecnologie attualmente in uso. Il primo luogo è stata svolta una ricerca bibliografica per una esposizione delle principali tecnologie usate oggi per la realizzazione di macchinari atti alla climatizzazione dell'aria, per poi concentrarsi sulle macchine ad adsorbimento. Dopo un periodo storico durante il quale l'attenzione è stata rivolta soprattutto alle macchine a compressione le macchine ad assorbimento e adsorbimento sono attualmente oggetto di rinnovata attenzione. Negli ultimi anni, infatti, si è andata a delineando in Italia e in altri paesi del mondo , una politica energetica di incentivo allo sfruttamento delle energie rinnovabili e dell'efficienza energetica, che ha spinto i progettisti e costruttori a trovare nuove soluzioni impiantistiche che si spingessero in tale direzione. Questo nuovo modo di pensare a portato a scegliere, in maniera quasi obbligata l'utilizzo di pompe di calore negli impianti termici di nuova costruzione per rispettare le attuali leggi sull'obbligo di utilizzo delle fonti rinnovabili, ma anche questo, ormai, non è più sufficiente. Come accennato prima si stanno studiando nuove soluzioni che possano essere una valida alternativa alle pompe di calore a compressione, il cui rendimento rimane ancora il migliore, cioè le pompe di calore ad assorbimento e adsorbimento. Questi macchine presentano molti vantaggi : possono funzionare con fluidi termovettori non pericolosi, possono essere alimentate a metano, con emissioni inquinanti di livello contenuto, o addirittura con calore di scarto o con energia 3

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Simone Nicoletti Contatta »

Composta da 123 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1171 click dal 06/11/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.