GIOVANI E POLITICA: il mutamento delle ''forme'' di Partecipazione

Il presente lavoro ha l’obiettivo di analizzare il rapporto che intercorre tra la politica e i giovani, tentando di offrire una rappresentazione più completa sulle diverse “realtà” per quanto riguarda la partecipazione politica. L’analisi delle ricerche condotte dall’istituto Iard sulla condizione giovanile sono state utili per ricavare elementi necessari al fine di un inquadramento teorico più generale relativo al rapporto politica-giovani. Inizialmente il lavoro si concentra sull’introduzione del concetto di partecipazione politica, delle sue forme convenzionali e non, dedicando particolare attenzione alla crisi di partecipazione dei giovani rispetto all’istituzione partito, vagliando come l’impiego massiccio di nuovi canali di comunicazione accrescano la presenza dei giovani in nuove forme di partecipazione, con particolare riferimento ai movimenti sociali che vedono una larga presenza giovanile. Inoltre la nascita di movimenti new global, l’utilizzo massiccio delle nuove tecnologie informatiche, la sfiducia nei confronti dei partiti e dei sindacati, la ricerca di risultati immediati, concreti, nel volontariato sociale, l’insofferenza nei confronti delle organizzazioni tradizionali considerate troppo strutturate e gerarchiche, la ricerca della visibilità mass-mediatica, sono solo i più eclatanti aspetti che caratterizzano queste nuove modalità di partecipazione politica giovanile.
Analizzando l’oggetto di osservazione, ossia il rapporto giovani-politica, si constata che ci sono diversi livelli di partecipazione che vanno lungo un continuum che va dalla partecipazione piena e totalizzante alla non-partecipazione.
Vengono fuori dalla lettura della tesi alcune importanti conclusioni.
I temi tradizionali (lotta alla povertà, pacifismo, ambiente) si riflettono in un linguaggio rinnovato che trovano espressione in concrete azioni possibili derivanti dall’utilizzo di nuove tecnologie informatiche, e in azioni di grande impatto emotivo, scenico e spettacolare come i teatri di strada e i concerti durante le manifestazioni. Dalle ricerche analizzate emergono diversi livelli di interesse/disinteresse nei confronti della politica, condizionati da alcune variabili, dalle motivazioni che possono spingere all’attività politica, ma soprattutto dalle esperienze personali, e dunque dal modus vivendi di ogni singolo giovane che possa o meno creare la consapevolezza di ognuno di appartenere a una data società e la necessità di rivendicare i propri e altrui diritti.
L’analisi condotta in questo lavoro di tesi sembra suggerire una importante conclusione: la partecipazione politica non può essere incapsulata in uno schema predefinito, all’interno di configurazioni stabili e prevedibili.
In definitiva, emerge una profonda innovazione nelle forme e nelle modalità dell’azione politica. Il modo di intendere la partecipazione sembra oggi mutato, e non necessariamente in direzione di un elevato disinteresse per la politica.

Mostra/Nascondi contenuto.
II Introduzione L’obiettivo del presente lavoro è quello di analizzare le diverse sfaccettature del rapporto tra la politica e i giovani, nel tentativo di offrire una rappresentazione più completa possibile delle “realtà” sulla partecipazione politica dei giovani italiani. L’analisi delle ricerche che hanno provato ad analizzare questi aspetti, ha consentito di individuare una molteplicità di fattori - istituzionali, culturali, sociali e politici – in grado di influenzare la partecipazione politica giovanile. Il rapporto tra i giovani e la politica ha sempre suscitato grande interesse, in primo luogo perché conoscere i giovani permette di individuare i mutamenti in atto della società in cui si vive. La nascita di movimenti new global, l’utilizzo massiccio delle nuove tecnologie informatiche, la sfiducia nei confronti dei partiti e dei sindacati, la ricerca di risultati immediati, concreti, nel volontariato sociale, l’insofferenza nei confronti delle organizzazioni tradizionali considerate troppo strutturate e gerarchiche, la ricerca della visibilità mass-mediatica, sono solo i più eclatanti aspetti che caratterizzano queste nuove modalità di partecipazione politica giovanile. Alcune di esse saranno approfonditi nel corso di questo studio. L’istituto Iard, conduce ricerche dall’inizio degli anni Ottanta che si occupano di analizzare la condizione giovanile. Esse si riferiscono ad un

Laurea liv.I

Facoltà: Sociologia

Autore: FRANCESCA DI NAPOLI Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 795 click dal 03/11/2015.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.