Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Società dell'informazione, Internet e Pmi in Europa

Ho cercato di capire quale fosse l'impatto di Internet, vista come l'esempio più interessante delle nuove Tecnologie di Informazione e Comunicazione (TIC), nelle PMI, come le imprese si siano mosse (o si debbano muovere) per approfittare dei vantaggi portati dalla Società dell'informazione, e cosa abbia fatto la Comunità Europea per far avvicinare le PMI ai vantaggi apportati dalla Rete; il tutto in un ottica essenzialmente europea, ma non ho trascurato le azioni del G7.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 INTRODUZIONE “Due persone si incontrano. Ognuna ha un dollaro in tasca. Si scambiano il dollaro. Riprendono la loro strada. In tasca hanno un dollaro ciascuno. Due persone si incontrano. In testa hanno un’idea. Se la scambiano e si salutano. Riprendono la loro strada. Ognuno con in testa due idee.” 1 Questo aneddoto, seppure pensato un paio di secoli fa, credo riassuma ancora oggi perfettamente lo spirito, la necessità e l’importanza dello scambio di idee, quindi della comunicazione. Non importa che tale comunicazione avvenga faccia a faccia, con la radio, con il telefono o con Internet. Comunque vada, alla fine ci sarà sempre uno scambio di informazioni che arricchisce ciascuno di noi. Di questo concetto iniziale ho voluto analizzare solo una delle molteplici sfaccettature, e cioè l’utilizzo economico che si può trarre da questo interminabile flusso di informazioni. In particolare ho deciso di concentrare l’analisi considerando come mezzi comunicativi le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC). Il passo successivo è stato quello di guardarmi attorno e di pensare anche al mio futuro da ex-studente, e mi sono accorto dell’importanza che ricoprono le piccole e medie imprese (PMI) nell’economia non solo nazionale ma europea in particolare. A questo punto mi sono chiesto se non fosse possibile collegare i due aspetti: in particolare come le PMI possono sfruttare le TIC per migliorare la loro necessità economica di ricevere, elaborare e trasmettere informazioni. Il campo di studio si presenta enormemente vasto, pertanto molti aspetti importanti di questo rapporto sono stati trattati di sfuggita o semplicemente accennati, altri addirittura non sono stati menzionati. Ho cercato cioè di limitare il raggio d’azione ad alcuni aspetti che per vari motivi ho ritenuto indispensabili analizzare. 1 Thomas Jefferson

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Carlo Biason Contatta »

Composta da 370 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3422 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.