Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Acque termali e acque minerali in Italia

Nel presente studio, è stato illustrato un quadro generale in ambito geochimico, delle principali sorgenti d’acqua termale e minerale situate in Italia. Si sono sostanzialmente analizzate due destinazioni d’uso dell’acqua, ovvero l’impiego per cure termali e l’impiego per bibita. É stata analizzata soprattutto la prima delle due destinazioni d’uso, cercando di evidenziare quali possano essere le correlazioni più evidenti tra il chimismo dell’acqua di ogni singola località termale e le possibili proprietà terapeutiche ad esso correlate. Nella prima fase dello studio, è stata effettuata una ricerca su quanti, tra i siti termali italiani, possiedano una certificazione ufficiale del Ministero della Salute che attesti le effettive proprietà curative delle loro acque. Successivamente, sono state illustrate quelle che sono le classificazioni di riferimento per le acque termali in Italia ed è stato stimato a grandi linee quale sia il chimismo più comune e più pregiato relativamente alle acque impiegate per cure termali. Analogamente, nella seconda parte dello studio, si sono analizzate le proprietà curative di alcune tra le innumerevoli e pregiate acque minerali italiane, e si è cercato di correlare la chimica di base di tali acque, con le relative proprietà terapeutiche. A seconda di quali costituenti chimici risultano prevalenti, si riesce a stabilire la cosiddetta “facies idrochimica” di un’acqua, ovvero un’identificazione immediata e semplice della sua chimica di base in funzione della concentrazione degli ioni in essa disciolti. Oltre alle acque minerali riconosciute e certificate, è stato riservato un capitolo della tesi, all’analisi di alcuni campioni prelevati da sorgenti di acque minerali piemontesi, che presentano caratteristiche chimiche meritevoli di indagine. Infine, si è focalizzata l’attenzione anche sul modo in cui negli anni sono cambiate le norme italiane in materia di acque minerali, divenendo sempre meno restrittive.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 1. Premessa Il presente lavoro di sintesi, si propone di elaborare ed illustrare un quadro generale in ambito geochimico, delle principali emergenze di acque termali e delle principali sorgenti di acque minerali situate in Italia. Per quanto riguarda le acque termali, la loro contestualizzazione sarà sviluppata sia sul piano geografico e geochimico, sia su quello delle proprietà terapeutiche intrinseche ad ognuna di esse. L’elaborato, illustrerà pertanto la dislocazione delle principali sorgenti di acque termali sul territorio italiano, e si propone di classificarle in base alle loro proprietà curative scientificamente accertate. In modo del tutto analogo, anche le principali sorgenti di acque minerali ubicate sul territorio italiano, saranno identificate in base alla loro provenienza geografica e ne verranno analizzate le proprietà chimiche e chimico - fisiche, molto influenti sulle qualità terapeutiche di un’acqua destinata al consumo umano. Anche se sovente si verifica che l’emergenza di un’acqua termale dia origine all’imbottigliamento della corrispondente acqua minerale, trattandosi di due impieghi della risorsa idrica profondamente diversi, l’intero lavoro sarà strutturato in modo da trattare separatamente le due destinazioni d’uso, pur essendo queste, ugualmente importanti grazie al giovamento che portano al benessere fisico dell’organismo. Non di secondaria importanza, è inoltre l’interesse economico che orbita attorno allo sfruttamento delle risorse idriche; nel caso specifico delle acque di natura termale, è innegabile la rilevanza economica dei centri sparsi sul territorio italiano, i quali ricavano ingenti proventi dal turismo di natura sia interna che estera. Allo stesso modo, anche le operazioni di marketing attuate dalle grandi aziende che imbottigliano la cosiddetta “acqua da tavola” e ne fanno un business, si rivelano avere un peso economico altrettanto rilevante.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Giambattista Piazzese Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1002 click dal 26/11/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.