Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Indagine esplorativa sulle relazioni ecofunzionali di un corso d'acqua superficiale - il Rio Gusana

La tesi mira all’analisi multidisciplinare della complessità sistemica di un corso d’acqua superficiale modello denominato “Rio Gusana”. L’obiettivo del relatore Bande Tonino è quello di indagare le possibili relazioni fra le componenti elementari (variabili di stato del sistema) che determinano l’ecofunzionalità.
L’area di studio che costituisce il bacino idrografico del “Rio Gusana”, occupa una superficie di circa 150 kmq ed è situata nella Sardegna centro orientale, nella provincia di Nuoro. Amministrativamente ricade all’interno dei Comuni di Fonni, Orgosolo, Gavoi, Mamoiada, Ollolai, Lodine.
Le caratteristiche planimetriche del bacino idrologico del Rio Gusana ed il reticolo fluviale di tipo dendritico, consentono di poter ripartire la superficie complessiva in sette sub-bacini in cui sei di essi formati dai suoi affluenti .
Questo tipo di ripartizione, ha consentito di evidenziare maggiormente le caratteristiche che influenzano la qualità ecofunzionale del corso d’acqua, legandolo in modo più stretto al territorio drenato. Isolando gli apporti degli affluenti rispetto all’asta principale, dai dati raccolti, è stato possibile valutare come evolve la capacità naturale di autodepurazione, in senso positivo o negativo, lungo il corso del fiume.
Per ogni sub-bacino si sono valutati lo stato ambientale, lo stato chimico e lo stato ecologico, in cui ogni stato è definito da un insieme di variabili o componenti elementari.
Gli indicatori adottati sono stati concettualmente distinti in :
1. indicatori fisici-economici (Stato ambientale);
2. indicatori fisico-chimici (Stato chimico);
3. indicatori ecologici (Stato ecologico).
I dati relativi sono rappresentati graficamente (statistica descrittiva) in forma di tabelle e grafici, ed elaborati con metodi statistici inferenziali valutando la natura e l’intensità delle loro relazioni attraverso una matrice di correlazione fra le variabili considerate. La multidimensionalità e l’eterogeneità è stata utilmente rappresentata con la tecnica della analisi dei raggruppamenti (cluster analysis) classificando le unità di campionamento in base a misure di similarità o distanza fra i campioni.
Dall’interpretazione dei dati raccolti si può delineare una “geografia” della qualità ambientale che consente di evidenziare come questa sia connessa alle diverse variabili proprie di ciascun ambito territoriale considerato.
Sono stati cosi individuati i punti di criticità che rendono maggiormente vulnerabile la risorsa acqua nel bacino studiato.

Mostra/Nascondi contenuto.
Sintesi e discussione tesi: Indagine esplorativa sulle relazioni ecofunzionali di un corso d’acqua superficiale. “Il Rio Gusana” ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Pagina 1 Premessa La problematica affrontata nel lavoro di tesi riguarda la tutela e conservazione della “fragile” risorsa acqua L’acqua costituisce per Homo sapiens una duplice risorsa: ECOLOGICA in quanto componente fondamentale nella costruzione del protoplasma ECONOMICA in quanto bene scambiabile sul mercato perchØ può soddisfare un bisogno,creare benefici e produrre beni. I sistemi fluviali rappresentano uno dei momenti fondamentali del ciclo dell’acqua e fino dall’inizio della storia umana, hanno condizionato la vita delle popolazioni insediatesi presso di essi, fornendo la risposta principale ai loro fabbisogni idrici. Scopo dell’indagine Questa tesi mira all’analisi multidisciplinare della complessità sistemica di un corso d’acqua superficiale modello denominato “Rio Gusana”. L’obiettivo è quello di indagare le possibili relazioni fra le componenti elementari (variabili di stato del sistema) che determinano l’ecofunzionalità seguendo l’impianto operativo proposto dal D. l.vo 152/99. Area di indagine L’area di studio che costituisce il bacino idrografico del “Rio Gusana”, occupa una superficie di circa 150 kmq ed è situata nella Sardegna centro orientale, nella provincia di Nuoro. Amministrativamente ricade all’interno dei Comuni di Fonni, Orgosolo, Gavoi, Mamoiada, Ollolai, Lodine. L’area è delimitata dagli spartiacque costituiti: a Sud ed Ovest dalle pendici settentrionali della catena del Gennargentu (Arcu Correboi, Punta s’abile, Monte Spada); ad Est dai rilievi del Supramonte di Orgosolo (Monte Fumai) e dal rilievo di Sa marghine (Punta Janna e Carros, N.ghe Orgorø); a Nord dai rilievi di Punta Su Caprinu e Monte Pisanu Mele; come sezione di chiusura del bacino del Rio Gusana è stato considerato il suo sbocco nel lago omonimo in località “Orrui” che delimita il bacino a Nord-Ovest.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Antonangelo Bande Contatta »

Composta da 178 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 180 click dal 28/12/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.