Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Turismo sostenibile: presente e futuro. La realtà del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

La crescita costante del genere umano ha portato negli anni ad un susseguirsi di scoperte in ogni ambito possibile, che però, spesso, si sono rivelate negative.
Negli anni infatti si è arrivati a realizzare che numerose creazioni dell'umanità sono utili, ma producono effetti gravissimi a ciò che ci circonda, ovvero l'ambiente.
Inizialmente si pensava che il lento degrado della natura del nostro Pianeta fosse un processo inevitabile del ciclo di vita terrestre, salvo poi capire il concetto di "sostenibilità", ovvero: mantenere nel tempo.
Con il passare del tempo sono state messe in atto strategie sempre più innovative con l'obiettivo di salvaguardare il territorio e mantenerlo tale per le generazioni future. Si sono catalogate le specie vegetali e animali protette, si sono creati degli ambienti protetti quali le aree naturali protette o i parchi naturali. Sulla scia di questa tendenza, si è pensato di costituire dei Parchi Naturali per far si che non venga intaccato uno dei patrimoni naturali più belli al mondo come le Dolomiti, fra questi vi è il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, primo Parco europeo ad aver conseguito le certificazioni di qualità ISO-VISION e primo Parco italiano ad aver sviluppato una pianificazione ambientale e socio-economica, insomma un'eccellenza italiana nel mondo.
In questo contesto dinamico in forte via di sviluppo va inserito anche il concetto di turismo sostenibile, una particolare visione del turismo, incentrata sull'attenzione al rapporto tra attività turistica e natura, promossa adottando strategie operative affinché tale rapporto sia all'insegna dell'armonia, del rispetto e della conservazione.
A tal proposito ho ritenuto giusto ed interessante approfondire i due argomenti, compiendo un'analisi sia di questa nuova tipologia di turismo sia della realtà Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi sia dei due aspetti fusi assieme. Lo scopo ultimo dell'elaborato è esaminare e portare a conoscenza il profilo sostenibile del comparto turistico; alcune delle più importanti azioni che sono state pianificate o portate avanti nel corso degli anni nella zona in esame; delle azioni che potrebbero rivelarsi interessanti e proficue in caso di attivazione all'interno del territorio del Parco.
Nell'affrontare questo approfondimento, ho ritenuto importante descrivere il contesto sia a livello strutturale/istituzionale che a livello turistico, sfruttando i documenti, i piani ufficiali e i dati sulle presenze raccolti annualmente dai principali istituti.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREFAZIONE: La crescita costante del genere umano ha portato negli anni ad un susseguirsi di scoperte in ogni ambito possibile, che però, spesso, si sono rivelate negative. Negli anni infatti si è arrivati a realizzare che numerose creazioni dell'umanità sono utili, ma producono effetti gravissimi a ciò che ci circonda, ovvero l'ambiente. Inizialmente si pensava che il lento degrado della natura del nostro Pianeta fosse un processo inevitabile del ciclo di vita terrestre, salvo poi capire il concetto di "sostenibilità", ovvero: mantenere nel tempo. Con il passare del tempo sono state messe in atto strategie sempre più innovative con l'obiettivo di salvaguardare il territorio e mantenerlo tale per le generazioni future. Si sono catalogate le specie vegetali e animali protette, si sono creati degli ambienti protetti quali le aree naturali protette o i parchi naturali. Sulla scia di questa tendenza, si è pensato di costituire dei Parchi Naturali per far si che non venga intaccato uno dei patrimoni naturali più belli al mondo come le Dolomiti, fra questi vi è il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, primo Parco europeo ad aver conseguito le certificazioni di qualità ISO-VISION e primo Parco italiano ad aver sviluppato una pianificazione ambientale e socio-economica, insomma un'eccellenza italiana nel mondo. In questo contesto dinamico in forte via di sviluppo va inserito anche il concetto di turismo sostenibile, una particolare visione del turismo, incentrata sull'attenzione al rapporto tra attività turistica e natura, promossa adottando strategie operative affinché tale rapporto sia all'insegna dell'armonia, del rispetto e della conservazione. A tal proposito ho ritenuto giusto ed interessante approfondire i due argomenti, compiendo un'analisi sia di questa nuova tipologia di turismo sia della realtà Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi sia dei due aspetti fusi assieme. Lo scopo ultimo dell'elaborato è esaminare e portare a conoscenza il profilo sostenibile del comparto turistico; alcune delle più importanti azioni che sono state pianificate o portate avanti nel corso degli anni nella zona in esame; delle azioni che potrebbero rivelarsi interessanti e proficue in caso di attivazione all'interno del territorio del Parco. Nell'affrontare questo approfondimento, ho ritenuto importante descrivere il contesto sia a livello strutturale/istituzionale che a livello turistico, sfruttando i documenti, i piani 4

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Jacopo Maria Gasparotto Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1073 click dal 31/12/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.