Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Una panoramica sulle agenzie di traduzione: caratteristiche, tipologie e flussi di lavoro

Lo scopo del presente lavoro è dunque quello di fornire non solo una panoramica sulle agenzie di traduzione ma anche esempi concreti che aiutino a capire come realmente funzionino tali aziende e come possano essere differentemente organizzate. Il primo capitolo contiene quindi una visione d'insieme sulle agenzie di traduzione: dopo averne fornito definizioni e classificazioni, particolare attenzione è stata rivolta allo studio del loro mercato, ovvero alla quantità di agenzie presenti nel nostro paese, al loro fatturato, ai settori di specializzazione più diffusi e alle maggiori combinazioni linguistiche. A tutto ciò segue poi una panoramica generale sulle principali associazioni di categoria del settore e sulle più importanti norme per la qualità comunemente adottate dalle agenzie di traduzione.

Infine, si è cercato di sottolineare, sempre in questo primo capitolo, la crescente importanza del marketing e del social media marketing (SMM) per le agenzie di traduzione. L'incessante sviluppo della tecnologia e l'enorme diffusione di Internet hanno oramai fatto dei social media strumenti pubblicitari indispensabili per qualsiasi tipo di impresa. Per tale ragione, sempre più agenzie di traduzione hanno già iniziato o stanno pian piano iniziando a muovere i primi passi in questo mondo, creando pagine e profili sui maggiori social media del momento. Anche in questo caso sono stati elencati alcuni esempi concreti, atti a mostrare come le agenzie italiane con fatturato annuo maggiore al mondo facciano uso di tali social media per incrementare la loro visibilità e il loro fatturato.

Considerando l'agenzia come un'organizzazione, nel secondo capitolo ho innanzitutto fornito un'introduzione teorica sul concetto stesso di organizzazione, di cui si analizzano gli elementi costitutivi e le principali teorie elaborate dagli studiosi, e ho esaminato le due diverse tipologie di team, tradizionale e virtuale, che la caratterizzano.

Il capitolo si concentra poi sull'organizzazione del lavoro all'interno delle agenzie di traduzione, ovvero sui loro complessi flussi di lavoro e sulle molteplici figure professionali coinvolte. Nello specifico si andrà a parlare dei compiti e delle competenze del Project Manager, del traduttore e del revisore e dei loro principali strumenti di lavoro, ovvero sistemi di workflow management, CAT tool e altri software per la revisione. Infine, merita una menzione speciale la breve sezione dedicata in questo capitolo al ruolo delle agenzie di traduzione e dei traduttori nel processo della comunicazione tecnica, sezione realizzata grazie alla preziosa collaborazione del presidente della COM&TEC Tiziana Sicilia, che mi ha fornito dati e informazioni molto utili sull'argomento.

Infine, il terzo capitolo è totalmente incentrato sul sopracitato confronto tra un'agenzia di traduzione tradizionale, la Going Green Translations, caratterizzata da una sede fisica e da collaboratori interni, e un'agenzia di traduzione di stampo più innovativo, Qabiria, costituita invece da un team esclusivamente decentralizzato. Il perché abbia deciso di prendere in esame queste agenzie in particolare è presto detto. La prima è l'agenzia presso la quale ho svolto il tirocinio curriculare nel mese di agosto del 2014, mentre la seconda, Qabiria, sembra l'agenzia ideale per costruire un raffronto interessante e originale con la prima. Il confronto, basato sulle interviste ai titolari delle due agenzie, rispettivamente Fabiano Gambacorta e Marco Cevoli, mi ha permesso di mettere in evidenza non solo le analogie e le differenze tra le due diverse tipologie di agenzia ma anche i vantaggi e gli svantaggi presenti nell'una e nell'altra.

Nell'ultima parte ho commentato quanto desunto dalle interviste ed espresso la mia opinione riguardo il futuro delle agenzie di traduzione tradizionali e virtuali. In conclusione, corre l'obbligo di menzionare un'ulteriore intervista condotta per il mio lavoro di tesi e presente, a seconda dell'oggetto del discorso, nel primo e nell'ultimo capitolo. Si tratta dell'intervista a Mirko Silvestrini, presidente di Unilingue, il cui prezioso contributo ha di certo reso più concreto e, dunque, più interessante il quadro presentato sulle agenzie di traduzione.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 – Le agenzie di traduzione 1.2.2. Il fatturato delle agenzie di traduzione Differentemente dal loro numero, il fatturato annuo delle agenzie di traduzione è stato oggetto di diverse ricerche, condotte da vari enti e organizzazioni su scala europea e mondiale. Davico ne cita due ed è da queste che ricava le sue stime circa la fetta di mercato occupata dalle agenzie in Italia. La prima, “The evaluation of the economic and social impact of multilingualism in Europe – Initial Results”, analizza il mercato europeo stabilendo il fatturato annuo delle agenzie a ben 3,75 miliardi di lire per l'anno 1997. Stando alla seconda, un'intervista rilasciata dal presidente della BQTA 4 Fernard Boucau nel 2002, il fatturato mondiale di tali imprese si attesterebbe attorno ai 12 miliardi di euro mentre quello europeo intorno ai 5 miliardi. Sulla base di questi e altri dati, e mettendo a confronto diversi mercati, Davico giunge alla conclusione che il fatturato annuo del settore in Italia “risulta essere compreso tra i 600 e i 700 milioni di euro” (2005: 60), escludendo però da tale stima tutte quelle aziende non di traduzione che, occasionalmente, sono chiamate a occuparsi di essa. Sette anni più tardi, nel 2012, la cifra proposta dallo studioso sembra essere confermata da una ricerca condotta da Statista.com 5 sul fatturato dei servizi di traduzione e interpretazione in Italia dal 2008 al 2012 e con previsioni sino al 2020. Secondo il portale di statistiche statunitense, uno dei più grandi al mondo, tali servizi dovrebbero raggiungere entro la fine di quest'anno un fatturato di circa 636,95 milioni di dollari e di 676 milioni entro l'anno 2020. Sempre riguardo il fatturato, è altrettanto interessante osservare i risultati del sondaggio condotto da Common Sense Advisory nel 2012 e atto a individuare le cento imprese di traduzione con fatturato annuo maggiore al mondo. Tra le agenzie elencate vale la pena menzionare la statunitense “Mission Essential Personnel”, costituita da venti uffici e 8.300 dipendenti e prima in classifica con un fatturato annuo di 725,50 milioni di dollari. Mentre gli Stati Uniti contano ben venti imprese di traduzione nel sondaggio, rivelandosi un paese con grande consapevolezza dell'importanza e delle potenzialità di tale mestiere (nonostante la sua quasi totale assenza di formazione universitaria per traduttori e interpreti), le agenzie italiane sono invece solo quattro. È tuttavia necessario specificare che diverse delle agenzie di traduzione ai primi posti di questa classifica hanno una loro sede anche in Italia, come ad 4 BQTA sta per Belgian Quality Translation Association. 5 Sito web consultato in data 18/09/2015. 13

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scuola sup. di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori

Autore: Lorenza Di Lodovico Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 450 click dal 26/01/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.