Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La sostenibilità nei trasporti

Il lavoro che ho cercato di sviluppare con questa tesi è stato quello di analizzare il concetto di logistica e vederne l’interazione con il territorio, evidenziando l’importanza della scelta localizzativa, rilevando criticità in termini di efficienza logistica e compatibilità ambientale, determinate non solo dalla localizzazione degli insediamenti, ma anche dalla relazione con le infrastrutture di trasporto.
Il sistema dei trasporti nell'interazione con l'ambiente è quindi uno dei temi chiave di questo elaborato, dove ho messo in evidenza i molteplici impatti che il trasporto ha sull'ambiente, sugli ecosistemi, sull'uomo. La causa di questi impatti, che sono l’inquinamento atmosferico, delle acque, rumore, vibrazioni, intrusione visiva, effetto barriera, occupazione del suolo e incidenti, è principalmente la costruzione, la manutenzione e lo smantellamento delle infrastrutture fisiche necessarie per il trasporto e, la costruzione, il funzionamento e la demolizione dei veicoli utilizzati. Ho proseguito quindi lo studio, dando spazio e delineando il percorso fatto dal concetto di sviluppo sostenibile, fino ad arrivare al tema della mobilità sostenibile. Questa comprende tutte quelle modalità di trasporto in grado di diminuire le esternalità negative del traffico di merci e passeggeri sul piano economico, sociale e ambientale.
L'obiettivo principale della mobilità sostenibile è permettere al cittadino di spostarsi e trasportare merci, autonomamente, cercando allo stesso tempo, di contenere le esternalità associate al traffico. La città è il luogo ideale dove i problemi generati dalla mobilità, dal traffico sull'ambiente e dalla qualità della vita sono maggiormente sentiti.
In questo percorso, il nostro Paese, si inserisce come sempre in ritardo, ma avvia numerose iniziative che promettono dei miglioramenti: promozione del trasporto pubblico, ampliamento della rete di piste ciclabili, park pricing cioè parcheggi a pagamento, il cui costo varia a seconda della zona; bike sharing, servizio a pagamento o gratuito con cui il cittadino ha a disposizione un certo numero di biciclette dislocate in punti strategici della città che può utilizzare per i propri spostamenti e depositare presso un ciclo posteggio. Car sharing e car pooling sono, invece, servizi che hanno lo scopo di ottimizzare e ridurre l'uso ed il numero delle automobili private circolanti; il primo consiste nel noleggiare l'automobile a ore, giorni e chilometri, mentre nel secondo l'automobile è di proprietà di un privato che la mette a disposizione per compiere tragitti con altre persone. E ancora il van sharing, metodo di distribuzione delle merci in ambito urbano, basato sulla condivisione di una flotta di veicoli da parte di più operatori.
Ho riportato, quindi, esempi di progetti ideati per fornire un contributo alla sostenibilità dell'ambiente: la costruzione di un grande raccordo anulare delle bici a Roma, un parco urbano sopraelevato sulla Tangenziale Est sempre nella capitale, e ancora il prototipo di casa ecologica e auto-sostenibile realizzata in Germania da Renzo Piano.
Infine ho analizzato tre grandi città, strutturate in maniera diversa dal punto di vista geografico e territoriale, che mi hanno permesso di fare considerazioni interessanti a proposito del trasporto in città.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 ABSTRACT Clelia Viola Titolo: La sostenibilità nei trasporti Master in Management e Policy della Logistica integrata nel Mediterraneo Novembre 2015 Il lavoro che ho cercato di sviluppare con questa tesi è stato quello di analizzare il concetto di logistica e vederne l’interazione con il territorio, evidenziando l’importanza della scelta localizzativa, rilevando criticità in termini di efficienza logistica e compatibilità ambientale, determinate non solo dalla localizzazione degli insediamenti, ma anche dalla relazione con le infrastrutture di trasporto. Il sistema dei trasporti nell'interazione con l'ambiente è quindi uno dei temi chiave di questo elaborato, dove ho messo in evidenza i molteplici impatti che il trasporto ha sull'ambiente, sugli ecosistemi, sull'uomo. La causa di questi impatti, che sono l’inquinamento atmosferico, delle acque, rumore, vibrazioni, intrusione visiva, effetto barriera, occupazione del suolo e incidenti, è principalmente la costruzione, la manutenzione e lo smantellamento delle infrastrutture fisiche necessarie per il trasporto e, la costruzione, il funzionamento e la demolizione dei veicoli utilizzati. Ho proseguito quindi lo studio, dando spazio e delineando il percorso fatto dal concetto di sviluppo sostenibile, fino ad arrivare al tema della mobilità sostenibile. Questa comprende tutte quelle modalità di trasporto in grado di diminuire le esternalità negative del traffico di merci e passeggeri sul piano economico, sociale e ambientale. L'obiettivo principale della mobilità sostenibile è permettere al cittadino di spostarsi e trasportare merci, autonomamente, cercando allo stesso tempo, di contenere le esternalità associate al traffico. La città è il luogo ideale dove i problemi generati dalla mobilità, dal traffico sull'ambiente e dalla qualità della vita sono maggiormente sentiti. In questo percorso, il nostro Paese, si inserisce come sempre in ritardo, ma avvia numerose iniziative che promettono dei miglioramenti: promozione del trasporto pubblico, ampliamento della rete di piste ciclabili, park pricing cioè parcheggi a pagamento, il cui costo varia a seconda della zona; bike sharing, servizio a pagamento o gratuito con cui il cittadino ha a disposizione un certo numero di biciclette dislocate in punti strategici della città che può utilizzare per i propri spostamenti e depositare presso un ciclo posteggio. Car sharing e car pooling sono, invece, servizi che hanno lo scopo di ottimizzare e ridurre l'uso ed il numero delle automobili private circolanti; il primo consiste nel noleggiare l'automobile a ore, giorni e chilometri, mentre nel secondo l'automobile è di proprietà di un privato che la mette a disposizione per compiere tragitti con altre persone. E ancora il van

Tesi di Master

Autore: Clelia Viola Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1680 click dal 29/01/2016.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.