Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Proposta per un avviamento alla lotta olimpica nella scuola - Educare attraverso l'attività lotta

Si tratta di una proposta destinata agli insegnanti di Educazione Fisica (anche a coloro che non possiedono le conoscenze tecniche specifiche della disciplina) per utilizzare esercizi di lotta e opposizione e avviare gli studenti alla conoscenza delle discipline di lotta olimpica; l'attività è facilitata anche dal piacere spontaneo dei bambini e dei giovani verso i giochi di lotta e opposizione; si prendono in considerazione argomenti storici, culturali, fisiologici, spirituali dello sport lotta.

Mostra/Nascondi contenuto.
LA LOTTA La "lotta", sotto una forma o sotto un'altra, la si ritrova sui cinque continenti. E' uno dei due sports universali,l'altro è la "corsa". Corrisponde con la danza, a una delle prime manifestazioni socio culturali dell'umanità. Tuttora si conoscono circa 200 varietà di lotta, ma gli sti li attualmente praticati e riconosciuti a livello internazionale sono quattro: - il "judo" regolamentato dalla F.l.J. Onternational Judo Federation), il "sarnbo", - la "greco-romana", - lo "stile libero", questi tre regolamentati dalla F.l.L.A. (Federa- tion Internationale des Luttes Amateurs). Questi stili escluso il "sambo" fanno parte del programma delle Olimpiadi Moderne. L.a lotta "greco-romana", fu ammessa a far parte della pri­ ma Olimpiade, quella di Atene del 1896; in essa è formalmente proibi to afferrare l'avversario al di sotto delle anche, fare lo sgambetto e utilizzare attivamente le gambe nell'esecuzione di qualsiasi azio­ ne. La lotta "stile libero" fu inserita nel programma Olimpico per la prIma volta nel 1904, data della terza Olimpiade,quella di Saint-L.ouis; in essa, invece, è permesso afferrare le gambe dell'av­ versario, effettuare gli sgambetti e utilizzare attivamente le gam­ be nell'esecuzione di qualsiasi azione. Il presente lavoro è rivolto in particolare a questi due stili, ma può benissimo essere utilizzato per qualsiasi forma di lotta. 1

Diploma di Laurea

Facoltà: I.S.E.F. di Perugia

Autore: Vasco Fioriti Contatta »

Composta da 204 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 51 click dal 02/03/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.