Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalla banda della Magliana al clan dei Casalesi: analisi diacronica del giornalismo di cronaca nera dal 1981 al 2014

Studi sull’evoluzione del giornalismo e sulle tecniche di comunicazione in esso usate sono molto diffusi e dettagliati, ma non risultano testi specifici che analizzino l’evoluzione linguistica dell’articolo di cronaca nera, una branca presente sui quotidiani americani già dal 1860 (è il caso del New York Tribune che pone una forte attenzione al racconto di cronaca visto come un mezzo per evocare il vissuto del lettore) mentre in Italia la sua storia inizia grazie al contributo del quotidiano “Il Secolo” di Eduardo Sonzogno che inizia dal 1866 ad interessarsi della cronaca cittadina.Lo scopo dell’elaborato proposto è quello di evidenziare l’esistenza o meno di caratteri evolutivi nel giornalismo di cronaca nera analizzando diverse notizie che ricoprono un arco di tempo di storia italiana di circa 30 anni.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione Lo scopo dell’elaborato proposto è quello di evidenziare l’esistenza o meno di caratteri evolutivi nel giornalismo di cronaca nera analizzando diverse notizie che ricoprono un arco di tempo di storia italiana di circa 30 anni. Studi sull’evoluzione del giornalismo e sulle tecniche di comunicazione in esso usate sono molto diffusi e dettagliati, ma non risultano testi specifici che analizzino l’evoluzione linguistica dell’articolo di cronaca nera, una branca presente sui quotidiani americani già dal 1860 (è il caso del New York Tribune che pone una forte attenzione al racconto di cronaca visto come un mezzo per evocare il vissuto del lettore) mentre in Italia la sua storia inizia grazie al contributo del quotidiano “Il Secolo” di Eduardo Sonzogno che inizia dal 1866 ad interessarsi della cronaca cittadina. L’elaborato si propone quindi come una sorta di trampolino di lancio per un’analisi linguistica diacronica in grado di stabilire se e come siano cambiate le metodologie di stesura di una notizia di cronaca. Per raggiungere lo scopo sono stati assunti quali campione d’analisi i casi relativi a due organizzazioni criminali molto floride in Italia, la Banda della Magliana e il Clan dei casalesi, e sono state prese in considerazione otto notizie di cronaca nera di cui quattro pubblicate su “Il Messaggero”, quotidiano romano diffuso a livello nazionale, e quattro servizi presi da diversi telegiornali nazionali: l’arco di tempo oggetto di studi è quello che va dal 1981 al 2014 e ogni notizia ha una distanza di circa dieci anni dalla precedente e dalla successiva. Nel capitolo iniziale viene presentata questa particolare tipologia giornalistica: dopo un excursus sulle normative

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Alessandra Di Nucci Contatta »

Composta da 197 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 499 click dal 22/02/2016.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.