Skip to content

Il Marketing Videoludico Innovazione nelle Strategie di Comunicazione Relative ai Videogiochi

Informazioni tesi

  Autore: Marco Pizzola
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali
  Corso: Lingue per la Comunicazione nell'Impresa e nelle Organizzazioni Internazionali
  Relatore: Franco Torelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 124

Con il passare degli anni i videogiochi stanno diventando sempre più parte integrante della nostra società. Nati negli anni'60 con un'ottica open source, quindi senza alcuna finalità di generare guadagno, sono divenuti contrariamente il settore traino dell'industria dell'intrattenimento mondiale, arrivando a valere nel solo 2015 quasi cento miliardi di dollari. Oltre al puro intrattenimento i videogiochi possono essere utilizzati per molteplici scopi. Dato che la comunicazione pubblicitaria sta subendo un enorme processo di evoluzione grazie all'affermazione dei social network e al relativo approccio che abbiamo con le nuove tecnologie, nella tesi parleremo di come il videogioco sia uno strumento importante per il marketing. Analizzeremo il suo utilizzo nelle strategie di comunicazione di marketing innovative, il Game-based marketing e la Gamification.
Per far ciò partiremo dalle basi, descrivendo in principio (nel primo capitolo) cos'è un videogioco; la sua storia, dal primo videogioco alle nuove frontiere della realtà virtuale e i primi tentavi di marketing associati al mondo videoludico.
In un secondo momento (nel secondo capitolo) analizzeremo attraverso i dati dell'industria olandese Newzoo il mercato dell'industria dei videogiochi mondiale. Configurando la composizione del mercato, gli attori che lo compongono e illustrando la triade di concorrenti che si contendono il mercato delle console, Microsoft, Sony e Nintendo. Parleremo dei loro prodotti innovativi e delle loro strategie di comunicazione. In seguito vedremo in quali parti del mondo l'industria totalizza il fatturato maggiore insieme al numero totale di videogiocatori, le loro abitudini di gioco e le prospettive future per l'industria mondiale.
Nel terzo capitolo invece conosceremo il mercato nostrano dei videogiochi, partendo dalla sua storia per poi scoprire i videogiochi che sono stati sviluppati in Italia. Analizzeremo grazie ai dati dell'AESVI (Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani) la situazione economica del mercato videoludico italiano illustrando le tecniche tradizionali di promozione, vendita e distribuzione di un videogioco.
Infine andremo a conoscere e scoprire due concetti di recente introduzione, la gamification e il game-based marketing, facendo vedere come utilizzare le meccaniche e dinamiche di gioco ad attività che non hanno direttamente a che fare con il gioco come la promozione di prodotti e la fidelizzazione dei consumatori e illustrando le varietà di game-based marketing e la loro applicazione nel business. Il tutto accompagnato dall'intervista ad Alain Bonati marketing manager dell'azienda milanese fornitrice di soluzioni tecnologiche che utilizza la tecnologia per creare nuovi strumenti di comunicazione più efficienti rispetto a quelli tradizionali, Alittleb.it, che possiede il brand Darkwave Games che produce, pubblica e distribuisce videogiochi. Esperto di Gamification e Game-based marketing ci fornirà una visione di insieme di queste nozioni attraverso esempi aziendali e illustrandoci quanto queste nuove forme di comunicazione siano richieste al giorno d'oggi.
L'elaborato quindi sarà un studio appropriato del mondo videoludico e della comunicazione adoperata in esso e con esso e dell'innovatività, sia dei videogiochi, che delle strategie di comunicazione di marketing.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1° Capitolo - Storia dei Videogiochi, tra innovazione e marketing 1. Cos’è un videogioco? Al giorno d'oggi è difficile trovare qualcuno che non abbia mai avuto a che fare con un videogame o che non abbia mai sentito parlare del Game Boy, della PSP, della Xbox o dell’eroe videoludico per eccellenza, Super Mario. Il paladino dei videogiochi, inizialmente conosciuto come Jumpman nasce negli anni ’80 da un altro videogioco di successo, Donkey Kong, e lo precedono altri trent’anni di storia che analizzeremo nel seguente paragrafo. Prima di addentrarci nella storia del videogame appare rilevante capire cos’è un videogioco. Il videogioco viene definito come un gioco elettronico in cui una o più persone interagiscono grazie ad un controller collegato ad un dispositivo e interfacciato con una fonte video. 1 Il dispositivo è conosciuto generalmente come piattaforma, e può essere un computer, una console, un videogioco arcade (macchina a gettoni), una console portatile o un dispositivo portatile. Con l'avanzare della tecnologia e la diffusione dei videogiochi per dispositivi mobili come smartphone e tablet si considera videogioco l'opera multimediale interattiva riproducibile su qualsiasi tipo di dispositivo dotato di display che riproduce immagini in 2D o in 3D. È importante avere una definizione precisa di videogioco per non incappare nell’errore comune di considerare la macchina azionata a monete nelle sale giochi, la console o la stringa di codice informatico che lo compone, il videogioco. Colui che gioca viene chiamato videogiocatore, attualmente è entrato in diffusione anche l’anglicismo gamer, e fa uso di una o più periferiche di input, tra le quali il joystick, la tastiera, il joypad, il touchscreen e in alcuni casi anche del proprio corpo 2 . Come in un qualunque gioco da tavola anche qui il giocatore dovrà raggiungere degli obiettivi e rispettare un insieme di regole. Oltre alla sorgente video e audio molti videogiochi fanno uso di periferiche aptiche, la tecnologia che interfaccia l'utente attraverso il senso del tatto applicando delle forze, vibrazioni e/o movimenti sullo stesso. Dalla nascita del videogioco si sono susseguiti ed evoluti una miriade di generi completamente diversi tra loro, con meccaniche di gioco differenti e differenti abilità richieste al giocatore. Tra i generi più popolari ricordiamo quelli di: azione, strategia, ruolo, avventura, rompicapo, simulazione, sport e di guida. L'unicità e la particolarità di un titolo può dare vita a un nuovo genere di videogioco. 1 http://www.sciencedaily.com/terms/computer_and_video_games.html 2 http://www.xbox.com/it-IT/xbox-one/accessories/kinect-for-xbox-one 6

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

innovazione
marketing
videogiochi
gamification
game-based marketing

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi