Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Traumi Infantili e Resilienza nei Disturbi dell'umore

La parte compilativa è organizzata in un excursus sulle ultime ricerche psicologiche e psichiatriche negli ultimi 40 anni.La parte sperimentale riporta uno studio sperimentale, durato due anni, sulla resilienza e i disturbi dell'umore valutati su 500 pazienti nel DH di psichiatria dell'ospedale Gemelli.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Premessa L’eredità genica ci ha dotati di una serie di talenti emozionali che determinano il nostro temperamento. Ma i circuiti cerebrali interessati sono straordinariamente plastici; il temperamento non è destino. Gli insegnamenti emozionali che apprendiamo da bambini plasmano i nostri circuiti emozionali, rendendoci più o meno abili nella gestione degli elementi fondamentali della resilienza: un termine che include l’autocontrollo, l’automotivarsi e la perseveranza nelle avversità della vita. La capacità di superare i fatti e le circostanze alle quali è difficile dare un significato, non appartiene a pochi, ma è una qualità congenita a tutti. Voglio ora precisare l’organizzazione della tesi: la prima parte, quella compilativa, è frutto di una mia ricerca bibliografica dove riassumo le definizioni e i dati emersi dalle ricerche effettuate negli ultimi 40 anni in campo clinico e psichiatrico. Analizzando poi il paradigma della resilienza attraverso il suo excursus storico, ne ho approfondito alcuni aspetti: le origini e le definizioni. Ho cercato di porre attenzione sul fatto di come la resilienza sia un paradigma plastico e quindi applicabile ai differenti contesti che le avversità ci mettono di fronte, ponendo, poi, l’accento sull’importanza del trauma infantile, la sua classificazione e gli effetti patogeni che ne derivano in età adulta: i disturbi affettivi. Nella seconda parte, quella sperimentale, svolta nel Day Hospital di Psichiatria del Policlinico “A. Gemelli” di Roma, si è valutata la prevalenza dei traumi infantili ed i livelli di resilienza nei pazienti con disturbi affettivi a confronto con un campione di controllo. In secondo luogo, sono state analizzate le relazioni tra la resilienza, le esperienze traumatiche precoci, le dimensioni psicopatologiche e le caratteristiche cliniche del disturbo psichico.

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Paulina Szczepanczyk Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2433 click dal 18/04/2016.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.