Skip to content

Novità legislative in materia di danno ambientale

Informazioni tesi

  Autore: Domenico Soria
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Economia
  Corso: Management aziendale
  Relatore: Saverio Sticchi Damiano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 102

Elaborato incentrato sulla normativa nazionale e comunitaria inerente alla controversa tematica del danno ambientale. Si parte nell'analisi, infatti, dalla Costituzione italiana, il documento cardine della Repubblica, l’atto rappresentativo per eccellenza in grado di definire l’Italia in termini di natura, forma, attività, strutture e regole, e che è stato da fondamento per la crescita della normazione nazionale, fino a giungere alla recente e fresca regolamentazione (perlomeno a livello di pene certe) dei cosiddetti “ecoreati”, termine che sta per delitti a sfondo ambientale. Tutto, infatti, ruoterà attorno al danno ambientale, sia dal punto di vista della legge, come detto, sia dal punto di vista della casistica pratica, con l'apporto dello studio di episodi che hanno segnato il suolo italiano ma anche quello europeo, e che, in qualche modo, hanno anche condizionato l’evolversi, appunto, della normativa.
Si terminerà proprio con la trattazione degli episodi che hanno “martoriato” in lungo e in largo una porzione di terra del Mezzogiorno italiano, nella fattispecie la Basilicata, grazie o a causa della sua naturale e intensa dotazione nel sottosuolo di un’ambita, in ottica economica, materia prima, del cosiddetto "oro nero": il petrolio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 1.2 DALLA COSTITUZIONE ALL’ISTITUZIONE DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE Ma è necessario fare un passo indietro, e capire perché si è arrivati a decisioni del genere e, soprattutto, analizzare cause ed effetti che hanno spinto la normativa nazionale ad aggiornarsi per proteggere il proprio contesto naturale. Si parte dalla Costituzione della Repubblica Italiana 4 , documento cardine del nostro Paese, venuto fuori nel lontano 27 dicembre 1947 e contenente invidiabilissimi e lungimiranti principi riguardanti qualunque aspetto della vita dell’essere umano, sebbene argomentato in maniera basilare e per niente approfondito (con l’auspicio da parte dei padri costituenti di una dettagliata revisione a cura delle generazioni successive) ma con il semplice intento di regolare un Paese privato del libero arbitrio e che fino ad allora era stato suo malgrado in mani dittatoriali. Come detto, le argomentazioni del documento nazionale per eccellenza si schieravano infatti a tutela di numerosi principi generali quali, ad esempio, la sovranità appartenente al popolo, la parità di dignità sociale, la libertà delle confessioni religiosi e, inoltre, ripudiavano “la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali” 5 proprio per prendere le distanze dal periodo nero di una doppia guerra mondiale, in poco meno di cinquant’anni, che ormai il paese si stava 4 Costituzione della Repubblica Italiana, Gazzetta Ufficiale, n. 298 del 27 dicembre 1947 5 Ibidem

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

petrolio
danno ambientale
basilicata
royalty
cova
environmental damage
viggiano
valle dell'agri
eni enel
ecoreati

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi