Skip to content

Il trasporto merci in Italia - Ruolo e relazioni con il PIL, previsioni e sostenibilità

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Airoldi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università Telematica "E-Campus"
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Manuela Ciani Scarnicci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 79

L’obiettivo della presente tesi è quello di fornire a chi legge un quadro chiaro del mercato del trasporto delle merci in Italia e nell’Unione Europea attraverso una approfondita analisi delle dinamiche e dei flussi delle merci all’interno dei confini del territorio italiano e di quelli europei, i canali e le modalità di trasporto più utilizzate, l’impatto economico dei trasporti sull’economia dei singoli Paesi e della intera UE, l’influenza del trasporto merci sul PIL e sull’economia reale, l’impatto economico e ambientale della introduzione di nuove infrastrutture dedicate al trasporto, le previsioni e i programmi che la UE ha predisposto per il futuro del settore e le linee guida per ottenere dei trasporti efficienti ma che allo stesso tempo abbiano un minore impatto negativo sull’ambiente.
L’elaborato si prefigge, non solo l’obiettivo di rappresentare come funziona e di fornire i volumi del sistema del trasporto merci oggi in Italia e in Europa, ma soprattutto di far comprendere a chi legge gli stretti legami che intercorrono ai giorni d’oggi tra l’economia dei Paesi nel terzo millennio e il settore del trasporto delle merci con uno sguardo al futuro sugli investimenti in infrastrutture necessari affinché le merci possano viaggiare in modo efficiente e pulito in tutto il territorio europeo.
Per raggiungere tale scopo l’elaborato è stato suddiviso in tre capitoli. Nel primo capitolo si è analizzato il mercato del trasporto delle merci in Italia partendo da una breve introduzione sull’economia italiana per poi passare ad una prima indicazione delle modalità di trasporto più utilizzate nel nostro Paese dandone anche una breve descrizione e indicazione sul funzionamento.
Si è passati poi ad una analisi più approfondita partendo da una serie di dati storici, sui flussi delle merci in Italia approfondendo modalità di trasporto più utilizzate in relazione alla destinazione o alla provenienza delle merci stesse. Sono state successivamente impostate delle Matrici attraverso le quali è possibile formulare delle previsioni sui flussi dei trasporti stessi. Infine è stata posta in evidenza la relazione esistente tra lo “stato di salute” dell’economia italiana, il PIL del Paese e il trasporto merci con un approfondimento sulla demografia del settore in Italia, la sua redditività e l’occupazione.
Nel secondo capitolo l’analisi è stata focalizzata sul mercato europeo del trasporto merci nel suo complesso partendo anche in questo caso da una breve introduzione dai “primi passi” dell’Unione Europea con l’idea di base della creazione di uno spazio Unico Europeo con le indicazioni contenute nei cosiddetti Libri Bianchi sul trasporto per concludere con l’influenza del trasporto merci sul PIL dei Paesi membri e della UE in generale, passando attraverso una analisi approfondita prima dei flussi del transito delle merci suddivisi per modalità di trasporto e destinazioni e provenienza delle merci trasportate, poi da un confronto tra la realtà del Paese Italia e quella degli altri Paesi Europei con evidenza dei punti di forza o di debolezza dei vari sistemi a confronto.
Nel terzo capitolo invece sono stati esposti gli obiettivi futuri nel settore trasporto delle merci nell’Unione Europea e in Italia, esponendo e analizzando le linee guida della Commissione Europea in termini di trasporto merci, quali sono i traguardi da raggiungere e i che modo ottenerli, gli impegni che i Governi di ogni singolo Paese membro devono rispettare e gli investimenti necessari da parte della comunità europea per raggiungere il progetto di creazione dello spazio Unico Europeo attraverso un sistema di trasporti e infrastrutture economicamente efficienti e con un impatto ambientale sostenibile.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 ANALISI TRASPORTO MERCI IN ITALIA 1.1 -Introduzione e descrizione del trasporto merci nel mercato Italiano; Il presente lavoro mira, nella prima parte, ad analizzare il sistema del trasporto merci in Italia, la sua struttura i suoi punti di forza e di debolezza, le varie tipologie di trasporti e i suoi legami con con il PIL , nella seconda parte viene effettuato un confronto della realtà italiana con i sistemi dei Paesi di maggior rilievo membri della UE, ed in conclusione si effettuerà una previsione dei volumi delle merci trasportate fino al 2016 in relazione ai progetti delle nuove infrastrutture e alla sostenibilità economica ed ambientale del settore . Dalla rivoluzione industriale del '700 e soprattutto dagli inizi dell' 800 quando approssimativamente avvenne l'introduzione della ferrovia e dei battelli da trasporto a vapore un continuo processo di sviluppo dei trasporti ha permesso di dimezzare le distanze in termini di tempi di percorrenza e di costi facendo così ricoprire al trasporto delle merci un ruolo fondamentale e di rilevanza strategica per lo sviluppo socio- economico di un territorio 1 . Analizzando quella che è la storia del trasporto merci in Italia dalla fine della Seconda Guerra Mondiale vediamo come l'Economia Italiana abbia conosciuto e incontrato diversi e profondi cambiamenti che l'hanno portata ad essere una delle maggiori potenze Economiche Globali attraverso un continuo processo di sviluppo 1 Hudson Pat – Rivoluzione Industriale -Enciclopedia delle Scienze Sociali – 1997 ENCICLOPEDIA TRECCANI : La Rivoluzione Industriale ; 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi