Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comportamento idrodinamico di un getto di galleggiamento in un canale con corrente trasversale

Riconosciuta la necessità e l’importanza di uno studio teso alla comprensione della dinamica dei getti turbolenti, finalizzata alla minimizzazione degli impatti causati dalla dispersione di inquinanti in ambiente marino, presso il laboratorio di Ingegneria delle Coste del Politecnico di Bari (LIC)è stato realizzato un sofisticato modello fisico per la produzione dei getti. Sono state effettuate misurazioni della velocità del flusso e della concentrazione di un getto di densità negativo immesso in un canale con flusso trasverso utilizzando, rispettivamente, una sonda del tipo Acoustic Doppler Velocimeter (ADV) e una Sonda di Conducibilità (MSCTI). Le analisi riguardanti la diffusione del getto nel fluido ambiente, la sua penetrazione, il suo comportamento turbolento e numerose altre proprietà sono state confrontate con i risultati sperimentali presenti in letteratura al fine di arrivare a dedurre nuove relazioni empiriche per descrivere e comprendere il comportamento idrodinamico di tali getti.

Mostra/Nascondi contenuto.
Sommario Francesca Fonzeca 2 SOMMARIO Gli ecosistemi acquatici sono da tempo utilizzati come ricettori di acque reflue civili e industriali. I metodi tradizionali che in passato prevedevano il rilascio degli effluenti direttamente sulla superfice libera dell’acqua, al giorno d’oggi, sono stati sostituiti da sofisticati sistemi di installazione di scarichi sommersi che migliorano in modo significativo la miscelazione iniziale dei liquidi sversati. Questo cambiamento riflette l'importanza di proteggere le aree ecologicamente sensibili nelle zone costiere, dove gli scarichi di sostanze inquinanti possono causare gravi impatti ambientali. Per tale ragione, una buona conoscenza dell’interazione tra questi ultimi e l’ambiente, è necessaria al fine di promuovere le migliori pratiche di gestione ambientale. Riconosciuta la necessità e l’importanza di uno studio teso alla comprensione della dinamica dei getti turbolenti, finalizzata alla minimizzazione degli impatti causati dalla dispersione di inquinanti in ambiente marino, una serie di studi è stata condotta presso il laboratorio di Ingegneria delle Coste del Politecnico di Bari (LIC), realizzando un sofisticato modello fisico per la produzione di getti. Il getto di densità negativo è stato realizzato usando una soluzione salina immessa verticalmente in un flusso trasversale. Sono state effettuate misurazioni della velocità del flusso e della concentrazione utilizzando, rispettivamente, una sonda del tipo Acoustic Doppler Velocimeter (ADV) e una Sonda di Conducibilità (MSCTI). Le analisi riguardanti la diffusione del getto nel fluido ambiente, la sua penetrazione, il suo comportamento turbolento e numerose altre proprietà sono state, infine, confrontate con alcuni risultati sperimentali presenti in letteratura. PAROLE CHIAVE: Getto di Densità, Studio Sperimentale, Distribuzione della Velocità, Penetrazione del Getto, Diffusione del Getto, Impatto Ambientale.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Francesca Fonzeca Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 237 click dal 13/07/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.