Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalla matita al mouse: il Disegno in movimento

È difficile credere alle verità che ti vengono dette, molto spesso però è il dire inespresso che rende giustizia all'oratore che va blaterando di continuo di fatti che non gli appartengono. L'arte parla per conto del suo autore, che esso sia pittore o scrittore poco conta, ciò che dinanzi non dice, velato e caotico ed a volte incomprensibile il proprio pensiero si rispecchia nel suo lavoro. Ciò mi ha sempre affascinata. Sin da piccola ho avuto la fortuna d'avere a che fare con l'arte, come del resto coloro della mia stessa generazione mediante l'ausilio della televisione e dei programmi per bambini in essa trasmessi e ad una serie di palinsesti mi vado riferendo: i cartoni animati, l'arte, la prima espressione d'arte con cui ho avuto a che fare. Per questo ho deciso di sviluppare questo argomento, non v'è nulla al mondo che non meriti curiosità e l'arte, di certo, non fa eccezione. Un uomo fotografato imprime un'espressione statica che può essere interpretata, capita, decantata. Un uomo dipinto può stregare con il suo sguardo anche secolare la mente di chi l'osserva. Un essere vivente rappresentato, disegnato e messo in condizione di vivere nonostante di vivo abbia nulla è semplicemente capacità di riportare in vita un qualcosa che non sempre lo è stata. Il sogno di ogni scienziato. Il sogno di ogni artista. Il Disegno in Movimento.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione. E‘ difficile credere alle verità che ti vengono dette, molto spesso però è il dire inespresso che rende giustizia all‘oratore che va blaterando di continuo di fatti che non gli appartengono. L‘arte parla per conto del suo autore, che esso sia pittore o scrittore poco conta, ciò che dinanzi non dice, velato e caotico ed a volte incomprensibile il proprio pensiero si rispecchia nel suo lavoro. Ciò mi ha sempre affascinata. Sin da piccola ho avuto la fortuna d‘avere a che fare con l‘arte, come del resto coloro della mia stessa generazione mediante l‘ausilio della televisione e dei programmi per bambini in essa trasmessi e ad una serie di palinsesti mi vado riferendo: i cartoni animati, l‘arte, la prima espressione d‘arte con cui ho avuto a che fare. Per questo ho deciso di sviluppare questo argomento, non v‘è nulla al mondo che non meriti curiosità e l‘arte, di certo, non fa eccezione. Un uomo fotografato imprime un‘espressione statica che può essere interpretata, capita, decantata. Un uomo dipinto può stregare con il suo sguardo anche secolare la mente di chi l‘osserva. Un essere vivente rappresentato, disegnato e messo in condizione di vivere nonostante di vivo abbia nulla è semplicemente capacità di riportare in vita un qualcosa che non sempre lo è stata. Il sogno di ogni scienziato. Il sogno di ogni artista. Il Disegno in Movimento. Nel corso del Capitolo Primo di fatto espongo quel che a mio avviso è il disegno in movimento, narrando parte delle mie impressioni nate, scaturite da ciò che la mia mente ha elaborato e che la mia sensibilità ha recepito. Nel Secondo Capitolo si hanno accenni sulla storia del Cinema d‘Animazione Italiano dove si ha il piacere d‘incontrare autori che hanno fatto nascere questa realtà nostrana facendola crescere e prosperare, non solo, si hanno di fatto nozioni storiche tecniche riguardanti i primi

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Studi Umanistici - Indirizzo Multimediale

Autore: Maria Costa Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 243 click dal 25/07/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.