Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'autismo e il rapporto con l'animale terapeuta

Leggendo questa tesi sarà infatti possibili notare come ogni forma di autismo sia diversa dalle altre, con caratteristiche e comportamenti unici, con i quali è necessario comportarsi in modo specifico. Spesso ci si dimentica che si sta trattando di persone “speciali”, le quali hanno bisogno di essere trattate nel modo più consono, e non alla pari delle persone comuni, pretendendo gli stessi risultati.
L’utilità nell’avere un quadro dettagliato della patologia, sta nel fatto che così facendo gli interventi che posso essere messi in atto si baseranno su prove e conoscenze scientifiche, le quali possono risultare efficaci soprattutto nel recupero sociale della persona.
È infatti dimostrato che una delle difficoltà tipiche dell’autismo si proprio quella relativa alle relazioni sociali, un intervento mirato a quel tipo di autismo in quella specifica situazione può essere decisivo nella lunga e sospirata integrazione della persona.
Ecco perché la tesi è stata sviluppata tenendo in considerazione anche l’utilizzo di tecniche riabilitative con l’ausilio animale, le quali, mettendo in rapporto il paziente con uno specifico animale (cane, gatto, cavallo, delfino), riescono a creare quel ponte relazionale che via via potrà essere ampliato anche verso le persone.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Lo scopo di questa tesi di laurea è di presentare il tema dell’autismo, con particolare riferimento sull’utilizzo della Pet Therapy come metodo di intervento su questo tipo di patologia. Poiché l’autismo rimane tutt’ora una delle patologie più diffuse nella società, avere un quadro il più possibile chiaro e dettagliato sulle sue dinamiche permetterebbe di comprendere a pieno ciò che la caratterizza. Leggendo questa tesi sarà infatti possibili notare come ogni forma di autismo sia diversa dalle altre, con caratteristiche e comportamenti unici, con i quali è necessario comportarsi in modo specifico. Spesso ci si dimentica che si sta trattando di persone “speciali”, le quali hanno bisogno di essere trattate nel modo più consono, e non alla pari delle persone comuni, pretendendo gli stessi risultati. L’utilità nell’avere un quadro dettagliato della patologia, sta nel fatto che così facendo gli interventi che posso essere messi in atto si baseranno su prove e conoscenze scientifiche, le quali possono risultare efficaci soprattutto nel recupero sociale della persona. È infatti dimostrato che una delle difficoltà tipiche dell’autismo si proprio quella relativa alle relazioni sociali, un intervento mirato a quel tipo di autismo in quella specifica situazione può essere decisivo nella lunga e sospirata integrazione della persona. Ecco perché la tesi è stata sviluppata tenendo in considerazione anche l’utilizzo di tecniche riabilitative con l’ausilio animale, le quali, mettendo in rapporto il paziente con uno specifico animale (cane, gatto, cavallo, delfino), riescono a creare quel ponte relazionale che via via potrà essere ampliato anche verso le persone. L’approfondimento presentato in questa tesi è stato strutturato basandosi su riferimenti prettamente teorici, in modo tale da proporre un documento che sia utile a fare conoscere la tematica presa in considerazione. Inoltre anche la disposizione degli argomenti è stata suddivisa in maniera progressiva per permettere una conoscenza inizialmente basilare e successivamente sempre più specifica.

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Giulia Facciotto Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 906 click dal 09/09/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.