Skip to content

Aspetti valutativi nella disciplina del Patent Box: criticità e prospettive

Informazioni tesi

  Autore: Pier Francesco Pizzolato
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Gabriele Zambon
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 171

Nel primo capitolo si presenta il quadro di riferimento della normativa, che è stata introdotta con la legge di Stabilita 2015 e attuata dal decreto del 30 luglio 2015. e si espongono le istruzioni operative dell'Agenzia delle Entrate, che all'argomento ha dedicato in particolare due circolari: la 36/2015 del 1 dicembre 2015 e, piu recentemente, la 11/2016 del 7 aprile 2016. Nel secondo capitolo, tenuto conto dell’ambito cui attengono le valutazioni ai fini Patent Box, si è considerata l'identificazione degli intangibili secondo quanto definito dai principi dettati dall’OCSE in tema di transfer pricing, all'interno del documento“Aligning Transfer Pricing Outcomes with Value Creation” in un'ottica di confronto con quanto prescritto dalla disciplina internazionale IASB e da quella nazionale OIC in tema di trattamento contabile dei beni immateriali. Nel terzo capitolo si illustrano i principali approcci e metodi a cui è possibile fare riferimento per la valutazione degli asset intangibili secondo quanto previsto dall'International Valuation Standard Council (IVSC) e dall'Organismo Italiano di Valutazione (OIV) e si approfondiscono le metodiche prescritte dall'OCSE in tema di prezzi di trasferimento di intangibili. Si analizza inoltre il rapporto di quest’ultime coi metodi comunemente utilizzati in tema di valutazione degli intangibili, potenzialmente impiegabili anche per le analisi il Patent Box. Nel quarto capitolo si presenta infine il caso di un'azienda friulana, operante nel settore metallurgico, che ha optato per il regime di tassazione agevolata Patent Box; da qui si trarranno alcune conclusioni in merito all'applicabilita, nel contesto locale, delle teorie e dei metodi previsti nell'ambito di questa nuova disciplina.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Nel mezzo dei continui cambiamenti che interessano i mercati e la competizione globale, le risorse intangibili – quali la conoscenza, la capacita di innovazione, la proprieta intellettuale, le risorse umane, le competenze organizzative e cosi via – rappresentano sempre piu degli elementi basilari su cui misurare il valore di un’impresa, il suo potenziale competitivo ed il suo posizionamento strategico all’interno di un mercato. La capacita di un'azienda di creare valore economico dipende sempre piu dal possesso di un particolare brevetto, di una formula scientifica o del know how relativo ad un processo di produzione che consenta, per esempio, di saltare una fase della catena produttiva, ottimizzando tempi e risorse ed accrescendo la produttivita della lavorazione. Lo scenario economico mondiale ha subito dei cambiamenti radicali negli ultimi anni, anche a seguito della comparsa della cosiddetta new economy e dell’economia della conoscenza, a ciò si aggiunge la realizzazione del mercato globale e la dematerializzazione dei documenti cartacei, a tutto vantaggio dei supporti informatici, che sempre piu caratterizzano l’evoluzione dei sistemi produttivi. In tale contesto, la competitivita del sistema impresa risulta sempre piu legata alle risorse intangibili, difficilmente imitabili, e sempre meno a quelle tangibili e finanziarie che, ormai, non riescono piu a garantire autonomamente il differenziale competitivo necessario per la sopravvivenza e lo sviluppo delle aziende. La crisi economica, la debolezza del mercato del lavoro e l’incremento del debito pubblico hanno indotto le istituzioni e le organizzazioni internazionali a ricercare nuove fonti di crescita rispetto ai tradizionali strumenti fino a oggi utilizzati. Tali nuove fonti coincidono con conoscenza e tecnologia, ovvero le basi per le risorse immateriali. A tale scopo, nel 2011 l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) 1 ha avviato un progetto di ricerca denominato “New Sources of Growth: Knowledge‐ based Capital” 2 , con la finalita di individuare i fattori a cui i governi devono porre particolare attenzione per formulare politiche industriali volte a stimolare gli investimenti in conoscenze e tecnologie, elementi fondamentali per supportare la competitivita e la produttivita delle aziende. Tra 1L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) è un'organizzazione internazionale di studi economici per i paesi membri, paesi sviluppati aventi in comune un sistema di governo di tipo democratico ed un'economia di mercato.L'organizzazione svolge prevalentemente un ruolo di assemblea consultiva che consente un'occasione di confronto delle esperienze politiche, per la risoluzione dei problemi comuni, l'identificazione di pratiche commerciali ed il coordinamento delle politiche locali ed internazionali dei paesi membr 2 OCSE, “New Sources of Growth: Knowledge‐ Based Capital”, 2013. V

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

intangible
metodi di valutazione
asset intangibile
patent box
aspetti valutativi
organismo italiano di valutazione
regime tassazione agevolata
regime tassazione opzionale
agevolazione fiscale
valutazione intangibili

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi