Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Educazione linguistica e testo letterario: una sperimentazione didattica a partire dal progetto Compita

L'intento di questo lavoro è di dare rilievo alla metodologia della didattica della lingua e della letteratura nella “scuola delle competenze”. A tal fine abbiamo affrontato un lavoro che considera il testo come punto di partenza ed elemento centrale della didattica della letteratura, utile come strumento all'educazione linguistica e letteraria ed espediente per attivare competenze. L'indagine sperimentale ha avuto luogo nel Liceo “Archimede” di Acireale. Attraverso la referente del progetto prof.ssa Luisa Mirone, abbiamo somministrato un'esercitazione ai ragazzi che avesse come assunto l'importanza del testo letterario nella “scuola per competenze”. Il lavoro di ricerca ha avuto la durata di sette mesi e, accanto alla continua osservazione delle classi e alla messa in atto di un'esercitazione, ha previsto una fase di raccolta degli elaborati e della loro successiva analisi. L'indagine sui testi prodotti dai ragazzi è stata attuata per comprovare e valutare proprio il metodo della didattica per competenze realizzato nel progetto Compìta. Inoltre, ha avuto lo scopo di osservare fenomeni linguistici e strutturali messi in atto dai discenti nella personale riappropriazione dei testi letterari. La tesi nel primo dei capitoli di cui è composta tratta del progetto Compìta. Il progetto nato come esperimento triennale promosso dall'Adi-sd ha previsto la collaborazione di italianisti di dodici università con insegnanti di quarantacinque scuole diverse, e ha rappresentato un'importante innovazione nell'ambito della didattica. Abbiamo, in primis, documentato la nascita di un nuovo paradigma delle competenze letterarie per condurre la riflessione sul progetto in atto. Successivamente, sono stati esposti gli auspici del programma Compìta, prendendo in considerazione i rischi e le opportunità di un modello centrato sulle competenze. Il secondo capitolo ha per oggetto la didattica per competenze, che si esplica attraverso la ricerca-azione e i suoi protagonisti. Sono stati illustrati, a tal fine, l'iter delle competenze e la metodologia della ricerca-azione, ovvero l'azione didattica inserita da un docente all'interno del suo piano scolastico, una fase di ricerca sul proprio insegnamento per cambiare una situazione data. La ricerca-azione è, dunque, una prassi dinamica che comporta un'acquisizione solida dei contenuti e di tale fondatezza si serve la didattica per competenze. La nostra analisi si è poi concentrata sulle dinamiche di ruolo e di gruppo all'interno del contesto classe. È stato approfondito il ruolo del discente e si è decretata la sua centralità nel percorso di apprendimento illustrando le sue avvalorate propensioni. Infine, è stata esaminata l'interazione dell'alunno con gli studenti e con gli stessi docenti. L'assunto centrale della tesi, ovvero la dimostrazione del valore del testo letterario, è stato oggetto della seconda parte del secondo capitolo, in cui è stata approfondita l'importanza del testo, della sua comprensione e la centralità della riappropriazione-argomentazione, che costituisce l'ultima fase, quella rielaborativa, la quale certifica l'acquisizione delle competenze. Il terzo capitolo riguarda la parte operativa della sperimentazione. Abbiamo, innanzitutto, trattato della somministrazione dei testi del progetto agli alunni. La fase successiva alla somministrazione ha messo in evidenza la rilevanza del dibattito orale inerente ai testi. Tale fase dibattimentale ha avuto luogo nel mese di marzo ed è stata particolarmente proficua all'interno del percorso. Dall'indagine sull'oralità si è passati alla costruzione di un'esercitazione che avesse come linee guida gli assunti del progetto Compìta, che riprendesse alcuni testi e, al contempo, ne aggiungesse degli altri. È stata, quindi, documentata la strutturazione di un elaborato da sottoporre ai discenti. I testi prodotti, sono stati, in seguito, oggetto di un'analisi che riguarda la struttura testuale, la coerenza e la coesione. L'indagine è stata concepita su più livelli: il livello macrotestuale, il livello morfologico-sintattico, il livello semantico e il livello lessicale. Dopo l'accurata indagine degli elaborati prodotti, sono state documentate le ultime fasi salienti del progetto Compìta. Nel capitolo conclusivo sono stati presentati i risultati della sperimentazione. Le riappropriazioni degli alunni sono state oggetto di un'ulteriore analisi, che è servita a certificare gli esiti.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione L‟intento di questo lavoro è di dare rilievo alla metodologia della didattica della lingua e della letteratura nella “scuola delle competenze”. A tal fine abbiamo affrontato un lavoro che considera il testo come punto di partenza ed elemento centrale della didattica della letteratura, utile come strumento all‟educazione linguistica e letteraria ed espediente per attivare competenze. L‟indagine sperimentale ha avuto luogo nel Liceo “Archimede” di Acireale, in provincia di Catania, una delle scuole pilota del progetto Compìta. Il MIUR, preso atto degli ottimi risultati ottenuti dalla fase di sperimentazione triennale del progetto, ha stipulato un bando nazionale per l‟anno scolastico 2015-2016 per l‟avvio di una vera e propria fase di “disseminazione”. Il Liceo “Archimede” è protagonista in primo piano in quanto è risultato assegnatario del finanziamento ministeriale. Attraverso la referente del progetto prof.ssa Luisa Mirone, abbiamo somministrato un‟esercitazione ai ragazzi che avesse come assunto l‟importanza del testo letterario nella “scuola per competenze”. Grazie allo straordinario corpo docenti del Liceo “Archimede”, e in particolare le docenti Luisa Mirone, Silvana La Pinta, Elisa Maugeri e Maria Leonardi abbiamo potuto lavorare con gli alunni delle loro classi sulla sperimentazione del metodo per competenze. Il lavoro di ricerca ha avuto la durata di sette mesi e, accanto alla continua osservazione delle classi e alla messa in atto di un‟esercitazione, ha previsto una fase di raccolta degli elaborati e della loro successiva analisi. L‟indagine sui testi prodotti dai ragazzi è stata attuata per comprovare e valutare proprio il metodo della didattica per competenze realizzato nel progetto Compìta. Inoltre, ha avuto lo scopo di osservare fenomeni linguistici e strutturali messi in atto dai discenti nella personale riappropriazione dei testi letterari. La tesi nel primo dei capitoli di cui è composta tratta del progetto Compìta. Il progetto nato come esperimento triennale promosso dall‟Adi-sd ha previsto la collaborazione di italianisti di dodici università con insegnanti di quarantacinque scuole diverse, e ha rappresentato un‟importante innovazione nell‟ambito della didattica. Abbiamo, in primis, documentato la nascita di un nuovo paradigma delle competenze

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere

Autore: Carolina Barbagallo Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 148 click dal 12/10/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.