Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Oréal: le strategie di successo nei mercati emergenti

Il chimico francese originario dell'Alsazia Eugène Schueller ricevette il diploma all'École Nationale Supérieure de Chimie di Parigi nel 1904 e nel 1907 diede prova del suo genio creando la prima formula di colorazione per capelli sintetica e innocua, che rappresentò una vera e propria svolta rispetto ai metodi presenti all'epoca sul mercato. Battezzò la formula L'Auréale, nome di una pettinatura femminile di moda all'epoca a Parigi: l'aureola.
Schueller formulava e produceva da sé le tinte per venderle ai parruccheri Parigini che le richiedevano, finché il 24 marzo 1908 egli depositò una domanda di brevetto e il 30 luglio 1909 fondò la "Société Française des Teintures Inoffensives pour Cheveux".
Nell'ottobre del 1909, in occasione della prima edizione della rubrica scientifica La Coiffure Paris, Eugène Schueller firmò un articolo sulla colorazione per capelli, promuovendo così la sua invenzione; successivamente nel 1912 diventò proprietario della rivista. Nel 1910 Schueller convinse i professionisti dell'acconciatura di Parigi ad utilizzare le sue colorazioni, costruì una rete di agenti per vendere i suoi prodotti in tutta la Francia e fondò una scuola di colorazione a Parigi, che diresse personalmente al fine di costruire un legame speciale e duraturo con gli acconciatori, dai quali dipenderà il successo dell'azienda.
Il successo industriale di Eugène Schueller rinforzò la sua convinzione che la ricerca e l'innovazione siano all'origine della crescita. A seguito della prima guerra mondiale le donne iniziarono ad essere più indipendenti ed emancipate, occupandosi sempre di più della loro bellezza e desiderando di coprire i capelli bianchi. Il talentuoso chimico continuò a ricercare nuove tecniche di colorazione; nel 1921 lanciò sul mercato L’Oréal D’Or, un prodotto in grado di creare dei riflessi dorati e donare un look ancora più naturale ai capelli biondi.

Mostra/Nascondi contenuto.
Storia dell'azienda Il chimico francese originario dell'Alsazia Eugène Schueller ricevette il diploma all'École Nationale Supérieure de Chimie di Parigi nel 1904 e nel 1907 diede prova del suo genio creando la prima formula di colorazione per capelli sintetica e innocua, che rappresentò una vera e propria svolta rispetto ai metodi presenti all'epoca sul mercato. Battezzò la formula L'Auréale, nome di una pettinatura femminile di moda all'epoca a Parigi: l'aureola. Schueller formulava e produceva da sé le tinte per venderle ai parruccheri Parigini che le richiedevano, finché il 24 marzo 1908 egli depositò una domanda di brevetto e il 30 luglio 1909 fondò la "Société Française des Teintures Inoffensives pour Cheveux". 1 Nell'ottobre del 1909, in occasione della prima edizione della rubrica scientifica La Coiffure Paris, Eugène Schueller firmò un articolo sulla colorazione per capelli, promuovendo così la sua invenzione; successivamente nel 1912 diventò proprietario della rivista. Nel 1910 Schueller convinse i professionisti dell'acconciatura di Parigi ad utilizzare le sue colorazioni, costruì una rete di agenti per vendere i suoi prodotti in tutta la Francia e fondò una scuola di colorazione a Parigi, che diresse personalmente al fine di costruire un legame speciale e duraturo con gli acconciatori, dai quali dipenderà il successo dell'azienda. 2 Il successo industriale di Eugène Schueller rinforzò la sua convinzione che la ricerca e l'innovazione siano all'origine della crescita. A seguito della prima guerra mondiale le donne iniziarono ad essere più indipendenti ed emancipate, occupandosi sempre di più della loro bellezza e desiderando di coprire i capelli bianchi. Il talentuoso chimico continuò a ricercare nuove tecniche di colorazione; nel 1921 lanciò sul mercato L’Oréal D’Or, un prodotto in grado di creare dei riflessi dorati e donare un look ancora più naturale ai capelli biondi. In quegli anni tra le donne si diffuse la moda dei capelli corti e tinti, nel 1924 lo slogan di una pubblicità di L'Oréal recitava “Le sfumature più belle con la tintura per capelli L’Oréal” e ritraeva il profilo di 4 donne con tagli maschili. 3 Nel 1928 grazie all'acquisizione della saponeria Monsavon, l'azienda entrò nel settore degli shampoo e ampliò il suo target a tutta la popolazione. 4 Nel 1929 Eugène Schueller riferendosi al prodotto L'Oréal Blanc dichiarò "In questa fiala c'è il segreto di un'intera industria! Un giorno milioni di brune vorranno diventare bionde". Ottenne presto una conferma a partire dal mondo di Hollywood, con l'uscita del film "La donna di platino". 5 Inoltre in quegli anni era ormai scomparsa la moda della pelle chiarissima e le persone più abbienti iniziarono a prendere il sole. Nel 1936 la concessione di ferie pagate a migliaia di lavoratori parigini permise anche a loro di andare in vacanza. Schueller sfruttò la situazione e la trasformò in successo: lanciò l'Ambre Solaire, che fu una svolta per gli affari dell'azienda. 6 1 L'Oréal Paris, http://www.loreal-paris.fr/inside-loreal/histoire.aspx 2 L'Oréal Professionnel Italia, http://lorealprofessionnel.it/loreal-professionnel/about-loreal-professionnel/heritage 3 L'Oréal Paris, http://www.loreal-paris.fr/inside-loreal/histoire.aspx 4 Cronache dal Novecento, http://cronachedal900.blogspot.it/2008/12/cosmesi-breve-storia-de-loral.html 5 L'Oréal Professionnel Italia, http://lorealprofessionnel.it/loreal-professionnel/about-loreal-professionnel/heritage 6 Cronache dal Novecento, http://cronachedal900.blogspot.it/2008/12/cosmesi-breve-storia-de-loral.html 2

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giulia Belletti Contatta »

Composta da 20 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1547 click dal 19/10/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.