Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Funzione rieducativa della pena e trattamento dei condannati per reati sessuali

In questa tesi ho inizialmente fatto un accenno a quelle che sono le varie teorie e funzioni che riguardano la pena, per poi successivamente concentrarmi su quella che è la funzione rieducativa della pena. Tale funzione della pesa mira alla reintegrazione del soggetto. Nella prima parte della tesi ho cercato di concentrare l'attenzione sull'effetto che la pena dovrebbe avere sul soggetto che la subisce, non mera imposizione, ma processo di "cambiamento". Lo scopo primario della pena dovrebbe essere quello di evitare il pericoloso fenomeno della recidiva.
Nella seconda parte della tesi ho concentrato l'attenzione su quelli che sono i delitti aventi natura sessuale, delitti che creano particolare allarme sociale e vengono recepiti con particolare sensibilità da parte della comunità.
Nell'ultima parte della tesi mi sono concentrata su quello che è il trattamento che viene riservato ai condannati per aver compiuto reati sessuali. Quest'ultimo argomento viene affrontato in chiave di rieducazione del soggetto. La particolarità di questa tipologia di reati cela un problema di natura psicologica del suo autore. Il soggetto andrebbe sottoposto ad un percorso di "cura", di rieducazione e risocializzazione. Rinchiudendo un soggetto del genere, non andando ad indagare sulla natura del problema, non sottoponendolo ad un percorso psicologico, si otterrebbe solo una "neutralizzazione" dello stesso per un tempo determinato.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE In questa tesi verrà affrontato il tema della rieducazione con particolare riferimento a coloro che sono stati condannati per aver compiuto un reato di natura sessuale. Nel primo capitolo verranno illustrati i principi generali in materia di pena, si darà conto di come veniva precedentemente inteso il concetto di pena e dell’evoluzione di quest’ultimo. Si indagherà anche sul valore che viene attribuito alla pena all’interno del codice penale ed all’ interno della Costituzione. Si parla spesso di polifunzionalità della pena proprio per sottolineare la molteplicità delle funzioni che la pena assolve. Mi sono voluta concentrare sulla funzione rieducativa della stessa, andando ad indagare su quello che è stato il percorso evolutivo che tale principio ha dovuto affrontare. In particolare si tratterà del principio rieducativo dando conto delle sue origini, delle riforme che lo hanno riguardato e delle evoluzioni più recenti. Nel secondo capitolo verranno illustrati molteplici aspetti del reato sul quale mi sono concentrata: il reato sessuale. Per spiegare al meglio quello che oggi s’intende per reato sessuale, è stato necessario dare uno sguardo indietro dando conto di quelli che erano gli articoli del codice penale che sono stati poi sostituiti con la riforma del 1996 dall’articolo 609 -bis c.p. Si è passati dalla 4

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Veronica Carabetta Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 565 click dal 19/10/2016.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.