Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Misurare l'impatto ambientale della microfinanza: un'analisi su dati mix-market

Tale elaborato si concentra sul settore della microfinanza, il quale rappresenta, a mio avviso, una grande opportunità di riscatto per i più poveri. In particolare, sono del parere che una crescita economica, per apportare benefici tangibili, debba sempre essere accompagnata da uno sviluppo sociale, che permetta alle persone di vivere in un ambiente sereno e positivo. La tutela dell’ambiente assume in questo senso un ruolo fondamentale: le risorse che la natura ci mette a disposizione sono limitate, e tale limitatezza ci obbliga inevitabilmente a farne un uso responsabile e quindi sostenibile.
Nel primo capitolo, oltre a definire i concetti di microfinanza e di green microfinance, viene spiegato in che modo un’attività economica può danneggiare l’ambiente e la salute delle persone; sono poi esposti i motivi che spingono il settore della microfinanza ad interessarsi alle problematiche ambientali, definendo le caratteristiche principali delle istituzioni di microfinanza più “green”.
Il secondo capitolo illustra i principali strumenti ideati per valutare e quantificare l’impatto ambientale della microfinanza.
Infine, il terzo capitolo propone una breve analisi statistica; in particolare, andremo a verificare se vi è una connessione tra il numero di donne presenti nel board di un’istituzione di microfinanza e la performance ambientale di quest’ultima.
Nel corso degli anni, vari studi hanno dimostrato che, in ambito finanziario, le donne sono più affidabili degli uomini, sia per quanto riguarda l’allocazione delle risorse a loro disposizione, sia in termini di tasso di rimborso dei finanziamenti. Infatti, alla base delle proprie scelte finanziarie, la maggior parte delle donne sembra non considerare solo il mero ritorno economico, ma risulta essere perlopiù guidata da un forte senso etico; ciò mi ha portata a domandarmi se questa eticità si possa tradurre in un maggior rispetto dell’ambiente da parte delle donne, conducendomi quindi ad effettuare la suddetta analisi.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE La lotta alla povertà e la riduzione dell’inquinamento costituiscono i maggiori problemi che la società moderna si trova a dover affrontare. Su di essi si focalizzano i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030, presentati dalle Nazioni Unite nel corso dell’Assemblea Generale, tenutasi nel Settembre 2015 a New York; tali obiettivi mirano, entro il 2030, ad eliminare la povertà in ogni sua forma e dimensione, a salvaguardare l’ambiente, utilizzando le risorse in maniera sostenibile ed adottando misure urgenti per combattere il cambiamento climatico, ed a garantire una prosperità economica ed il benessere degli individui. Il presente elaborato si concentra sul settore della microfinanza, il quale rappresenta, a mio avviso, una grande opportunità di riscatto per i più poveri. In particolare, sono del parere che una crescita economica, per apportare benefici tangibili, debba sempre essere accompagnata da uno sviluppo sociale, che permetta alle persone di vivere in un ambiente sereno e positivo. La tutela dell’ambiente assume in questo senso un ruolo fondamentale: le risorse che la natura ci mette a disposizione sono limitate, e tale limitatezza ci obbliga inevitabilmente a farne un uso responsabile e quindi sostenibile. Nel primo capitolo, oltre a definire i concetti di microfinanza e di green microfinance, andremo a spiegare in che modo un’attività economica può danneggiare l’ambiente e la salute delle persone; esporremo poi i motivi che spingono il settore della microfinanza ad interessarsi alle problematiche ambientali, definendo le caratteristiche principali delle istituzioni di microfinanza più “green”. Il secondo capitolo illusterà i principali strumenti ideati per valutare e quantificare l’impatto ambientale della microfinanza, inteso sia come conseguenza diretta dell’operato delle singole istituzioni, sia come danno indiretto derivante dalle attività dei clienti beneficiari dei servizi di tale settore.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Fabrizia De Rosa Contatta »

Composta da 43 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 195 click dal 05/12/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.