Skip to content

Il trasferimento del ramo d'azienda

Informazioni tesi

  Autore: Mattia Conti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Brescia
  Facoltà: Economia
  Corso: Consulenza Aziendale e Libera Professione
  Relatore: Paolo Bogarelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 177

La tesi è suddivisa idealmente in due parti: la prima, fino al capitolo 4, offre una panoramica sulle diverse operazioni straordinarie, con il trattamento civilistico, contabile e fiscale; la seconda, nei capitoli 5 e 6, cerca di applicare quanto scritto in precedenza ad un confronto, tra un caso aziendale realmente verificatosi e due operazioni ipotizzate come alternative, al fine di capirne le effettive differenze.
L'obiettivo è capire, dopo avere dettagliato la normativa di cessione d'azienda, conferimento d'azienda, scissione societaria ed affitto d'azienda, i principali punti di forza e criticità delle stesse, in un'ottica di valutazione comparata, confrontando dal punto di vista pratico quanto esposto nei primi capitoli teorici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione La relazione analizza il tema del trasferimento del ramo di azienda. L’argomento sarà sviluppato dapprima delineando la disciplina civilistica e fiscale delle diverse operazioni mediante il quale è possibile attuarlo, ed in seguito analizzando un caso aziendale di conferimento di azienda e le possibili alternative che nella pratica si sarebbero potute percorrere. L’obiettivo è capire, dopo avere dettagliato la normativa di cessione d’azienda, conferimento d’azienda, scissione societaria ed affitto d’azienda, i principali punti di forza e criticità delle stesse, in un’ottica di valutazione comparata, confrontando dal punto di vista pratico quanto esposto nei primi capitoli teorici. Infatti, qualora ci si trovi nella condizione di dover effettuare il trasferimento di un ramo aziendale per i più disparati motivi, che si analizzeranno nello svolgimento della tesi, le normative civilistica e fiscale offrono diverse soluzioni, le quali si rivelano più o meno convenienti a seconda dell’effettiva finalità che si vuole raggiungere. Si tratta di un argomento sempre di risalto nella dottrina economico-aziendale e nella tecnica professionale. Già in passato ci si interrogava sul tema delle operazioni straordinarie e su quale fosse, nella prassi, l’alternativa migliore per le esigenze degli imprenditori. Così scriveva Onida nel 1939: “le complesse operazioni di espansione, limitazione e trasformazione strutturale delle aziende […] possono presentare natura economica diversa anche secondo i fini per i quali quelle operazioni vengono effettuate. Per il raggiungimento dei propri fini, la pratica si avvale degl’istituti giuridico-economici che in dati luoghi e tempi è possibile utilizzare: e mentre accade comunemente che un medesimo istituto sia usato per fini diversi, […] avviene pure, non di rado, […] che istituti differenti servano a fini economici fra loro simili” 1 . La variazione del perimetro aziendale può essere attuata in diversi modi, e la scelta dello strumento giuridico per attuare tale modificazione dipende da svariati fattori, quali quello finanziario, economico, strategico, delle sinergie ottenibili. Non da ultimo, nella scelta dell’operazione più adatta, riveste spesso importanza cruciale il fattore fiscale. A seguito di diverse disposizioni che si sono succedute nel corso degli anni, infatti, è risultata avvantaggiata dal legislatore questa o quella operazione, sino ad arrivare agli ultimi anni in cui alcune delle operazioni di riorganizzazione aziendale godono della neutralità dal punto di vista delle imposte dirette ed indirette, che spesso rappresenta la differenza che fa ricadere la scelta su un’operazione invece di un’altra. Posto che ogni operazione va sempre valutata partendo dalle finalità e dalle motivazioni per cui essa viene effettuata, e che di conseguenza non è possibili individuare l’operazione migliore in assoluto, bensì l’operazione più adatta in base alle esigenze delle parti in causa, si cercherà di trarre alcune conclusioni di fondo mediante la comparazione delle diverse alternative. 1 P. Onida, Le dimensioni del capitale d’impresa, 1939, Milano, Giuffrè Editore, pag. 35-36.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

caso aziendale
operazioni straordinarie
affitto
azienda
scissione
cessione
conferimento
trasferimento azienda
ramo azienda
valutazione comparata

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi