Skip to content

Pilates e Parkinson: ''L'approccio globale''. La stabilizzazione globale come completamento del trattamento del paziente con il morbo di Parkinson

Informazioni tesi

  Autore: Annalisa Falcone
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Fisioterapia
  Relatore: Gino Sedda
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 79

La "Paralisi Agitante" definita Malattia di Parkinson da James Parkinson nel 1817 è una malattia del Sistema Nervoso Centrale, cronica e con evoluzione progressiva, caratterizzata principalmente dalla degenerazione di neuroni nella sostanza nera, zona profonda del cervello.
I neuroni compromessi hanno la funzione di provocare l'avviamento di movimenti volontari e di far si che sussista in noi il buon funzionamento di movimenti automatici come camminare.
Tutto questo "Buon Funzionamento" è assicurato dalla produzione e la liberazione di un neurotrasmettitore specifico: la Dopamina.
La malattia di Parkinson è quindi una malattia neurologica, dove assistiamo alla lenta perdita di efficienza della trasmissione degli ordini emessi dal cervello e destinati ai diversi organi del corpo e dove i sintomi motori sono quelli più evidenti e caratteristici, ma sussistono anche altri sintomi, non necessariamente motori che disturbanoanche loro la qualità della vita.
I sintomi principalidella malattia di Parkinson sono Tremore, Rigidità, Bradicinesia, ma subito accanto troviamo Alterazione della Postura, Disturbi del Cammino e dell'Equilibrio, Respirazione Superficiale, Ansia, Depressione. Disturbi del Sonno e del Linguaggio.
Possiamo quindi dire che la malattia di Parkinson non è solo una malattia neurologica, ma colpisce tutto l'individuo, corpo e anima, fisiologicamente e psichicamente, è una malattia altamente invalidante che genera una Disabilità nel movimento compromettendo la qualità della vita.
E parlando di Disabilità viene spontaneo "pensare" ad un programma di riabilitazione che aiuti il paziente sia a gestire in modo soddisfacente i sintomi e le manifestazioni della malattia , sia a vivere al meglio la vita di tutti i giorni.
La grande utilità dell'esercizio fisico è ormai riconosciuta e rappresenta una vera e propria terapia complementare all'utilizzo dei farmaci.
Ricercare un Programma Riabilitativo con Approccio Globale che raggruppi diverse funzioni, Postura, Equilibrio, Respirazione, Esercizio Fisico, Rilassamento, e quindi una Attività di Stabilizzazione Globale che "consideri non solo ciò che si è perduto cioè la Disabilty, ma la Possibilità residua e le Potenzialità ottenibili cioè Activity" (Freddi 1999) è appunto l'obiettivo del lavoro di Tesi "Physiopilates e Parkinson": "Un Approccio Globale".
Il Metodo Pilates si basa sul collegamento fra Corpo e Mente con l'obiettivo di creare un insieme di esercizi che coinvolgano in modo Globale tutta la muscolatura del corpo senza prescindere dalla concentrazione e dalla respirazione. Infatti, ogni esercizio viene svolto con l'esecuzione di una attenta respirazione mediante l'esecuzione di schemi motori atti a migliorare "ogni singola funzione in una visione globale": coordinazione, respirazione, postura, flessibilità, rigidità articolare e muscolare.
Gli esercizi del Metodo Pilates sono costituiti da schemi motori che coinvolgono e stimolano i muscoli dell'addome e del dorso che si occupano del mantenimento della postura, sono esercizi che coinvolgono più gruppi muscolari insieme nel singolo movimento. Non esercizi isolati, ma esercizi globali.
Stimolano attraverso un lavoro specifico la mobilità dei piedi e delle caviglie che sono necessari per una solida base di appoggio ed anche in questo lavoro vanno a stimolare il "core centre", la "powerhouse" su tutto ciò che influisce in maniera positiva sulla respirazione e sulla postura.
Il Metodo Pilates può essere un Completamento nel trattamento del paziente afflitto dalla malattia di Parkinson, uno strumento aggiuntivo per combattere la malattia cercando di rendere i pazienti consapevoli della propria dimensione corporea ed aiutarli a raggiungere una stato di benessere psicofisico ed una migliore qualità della vita.
Secondo la Parkinson's Disease Society il Metodo Pilates può essere un'ottima terapia complementare da utilizzare accanto alle terapie tradizionali poiché il Metodo Pilates lavora direttamente sui problemi di coordinazione e respirazione, permette di esercitare il proprio equilibrio e controllare la postura proprio con esercizi che coinvolgono e rinforzano i muscoli posturali.
Sempre secondo la Parkinson's Disease society tale metodo sembra avere effetto anche sul senso di fatica e sulla depressione, altri effetti collaterali della malattia.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Butcher:”Perché tremi, uomo”? Lord Fax:”La Paralisi,e non la febbre,mi fa stare cosi”. W. Shakespeare, Enrico VI,Atto IV,scena 7 La ”Paralisi Agitante ”definita Malattia di Parkinson da James Parkinson nel 1817 è una malattia del Sistema Nervoso Centrale ,cronica e con evoluzione progressiva, caratterizzata principalmente dalla degenerazione di neuroni nella sostanza nera, zona profonda del cervello. I neuroni compromessi hanno la funzione di provocare l’avviamento di movimenti volontari e di far si che sussista in noi il buon funzionamento di movimenti automatici come camminare. Tutto questo ”Buon Funzionamento” è assicurato dalla produzione e la liberazione di un neurotrasmettitore specifico: la Dopamina. La malattia di Parkinson è quindi una malattia neurologica, dove assistiamo alla lenta perdita di efficienza della trasmissione degli ordini emessi dal cervello e destinati ai diversi organi del corpo e dove i sintomi motori sono quelli piø evidenti e caratteristici, ma sussistono anche altri sintomi, non necessariamente motori che disturbano anche loro la qualità della vita.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

parkinson
approccio globale
pilates
completamento trattamento parkinson

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi