Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema di gestione integrato: qualità, ambiente e sicurezza

Ormai da diversi anni la qualità è diventata uno dei fattori chiave per competere: le imprese non possono quindi trascurarne l'implementazione nel sistema aziendale, in quanto la Qualità Totale è diventata il modello di riferimento per quelle aziende che, in tutto il mondo, hanno intrapreso la strada dell’Eccellenza.
Una qualità, quindi, che va intesa in senso totale: qualità del prodotto e dei sistemi produttivi; qualità delle imprese e dei sistemi di imprese; qualità del sistema industriale che deve interagire con la qualità degli altri settori, delle infrastrutture, dei servizi e della pubblica amministrazione.
Il conseguimento di una certificazione ISO 9000 non costituisce un traguardo finale per l’imprenditore che intende operare secondo qualità. Si dovrebbe essere consapevoli che si tratta solamente del primo di una serie di gradini, che dovrebbero portare l’azienda alla qualità totale.
Nel corso degli ultimi anni anche l’ambiente ha rivestito una notevole importanza.
Se da un lato, la questione ambientale coinvolge l’intero sistema sociale, politico ed economico, rendendo talvolta problematici i rapporti tra mercato, impresa e società, dall’altro pone alle singole aziende industriali nuovi e sempre più complessi aspetti gestionali, richiedendo la riformulazione delle strategie gestionali complessive e l'attivazione di strumenti operativi innovativi.
La filosofia innovativa di un sistema di gestione ambientale porta a considerare l’ambiente e le risorse naturali come beni collettivi ed afferma l’importanza sia sociale che economica di valorizzarli e rispettarli attraverso una gestione consapevole ed organica.
Tutto ciò è possibile soprattutto con le norme di carattere volontario quali sono le norme internazionali ISO 14000 in materia di Sistemi di Gestione Ambientale (SGA), utili soprattutto ai fini della relativa certificazione ambientale dell’attività produttiva, ed il Regolamento comunitario 1836/93, noto come Regolamento EMAS sull’adesione volontaria delle imprese del settore industriale al Sistema comunitario di ecogestione e audit, voluto dall’Unione Europea nell’ambito del V programma di azione per favorire un rapporto nuovo tra imprese, istituzioni e pubblico basato sulla cooperazione, sul supporto reciproco e sulla trasparenza.
Anche le tematiche della salute e sicurezza sul luogo di lavoro stanno assumendo un peso economicamente e socialmente rilevante sia sotto la spinta di una più estesa e vincolante legislazione, frutto del progressivo recepimento di importanti direttive comunitarie, sia per gli interventi più incisivi degli organi di controllo e per le critiche e gli stimoli continui nei confronti della politica per la salute e la sicurezza dei dipendenti e dei terzi (SSL) da parte delle organizzazioni sindacali.
Esaminando il problema globalmente, non si può non fare riferimento agli aspetti economici, sociali e morali che esso comporta: quelli di carattere morale sono noti a tutti, mentre i risvolti sociali del fenomeno possono assumere, in particolari situazioni, un notevole peso, sia all’interno delle imprese che all’esterno, sull’opinione pubblica e di conseguenza anche a livello politico e legislativo.
Per limitare i costi derivanti dagli infortuni e dalle malattie professionali, il nostro ordinamento giuridico attribuisce l’obbligo della prevenzione a quel soggetto giuridico che, meglio di chiunque altro, è in grado di intervenire tempestivamente ed efficacemente: l’impresa.
Con il decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, provvedimento che recepisce la direttiva 89/391/CEE e sette direttive particolari, si è tentato, per la prima volta in Italia, di fornire le linee guida per la definizione di un sistema prevenzionale all'interno delle aziende.
Nelle aziende sensibili a questi problemi, il modello proposto è quello in cui la prevenzione stessa è vista come una particolare funzione dell’azienda; naturalmente, il ricorso a consulenti esterni è una strada obbligata per alcune aziende, ma è anche necessario che l’azione di tali professionisti sia volta ad accrescere soprattutto la sensibilità al problema, coinvolgendo tutti i settori dell'impresa a tutti i livelli, in modo da costruire un nuovo “schema mentale” e porre le basi per una buona gestione della SSL.
Nell’aprile 1999 il BSI ,in risposta a chi richiedeva uno standard di sistema di gestione di sicurezza e salute nei cui confronti poter essere valutato e certificato, pubblica OHSAS 18001 “Specifiche per il sistemi di gestione di salute e sicurezza”, sviluppato con l’assistenza e la collaborazione di vari Enti di certificazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Obiettivo di questo lavoro � quello di effettuare un�analisi delle possibili integrazioni tra i sistemi di Gestione Ambientale e quelli di Sicurezza e Qualit�. L�evoluzione dei mercati e dell�economia comporta oggi per le aziende la necessit� di una gestione strutturata e trasparente di Qualit�, Ambiente e Sicurezza. Il notevole sviluppo (soprattutto in prospettiva futura) di questi tre sistemi di gestione e i molti punti tra loro in comune rendono la loro integrazione un processo di grande attualit�, ai fini dell'ottimizzazione delle risorse, del miglioramento delle prestazioni e della competitivit� aziendale. La corretta applicazione di questi sistemi di gestione permette, tra l�altro di evidenziare le inefficienze e i punti di debolezza e di programmare miglioramenti e azioni correttive, instaurando un circolo virtuoso che porta al miglioramento continuo delle prestazioni aziendali e ad una serie di vantaggi in termini di competitivit�, immagine, rapporti con l�ambiente interno ed esterno, ecc. Dopo una parte introduttiva sulle caratteristiche dei sistemi di gestione di ambiente, qualit� e sicurezza, � stato fatto un approfondimento sull'integrazione delle 3 norme ISO 14001, ISO 9001 e BS 8800. L�analisi teorica dei sistemi di gestione ambiente, qualit� e sicurezza � stata confrontata con il caso aziendale di ABB Sace L.V.- Stabilimento di Frosinone. La situazione esaminata, sebbene sia da considerare all�avanguardia nei sistemi di gestione, presenta una situazione ancora in evoluzione dal punto di vista dell�integrazione tra Ambiente e Sicurezza. L�analisi e il confronto tra le tre norme ISO 9001 (Sistema Qualit�), ISO 14001 (Sistema di Gestione Ambientale) e BS 8800 (Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza dei Lavoratori) ha messo in luce le numerose analogie e gli aspetti comuni che esse presentano, in particolare a livello di impostazione metodologica. Le analogie sono evidenti sia in termini di filosofia del sistema (volontariet�, miglioramento continuo, coinvolgimento di tutta l�organizzazione), sia di documentazione (manuale, procedure, istruzioni operative, registrazioni), sia di fasi

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Serena Domizi Contatta »

Composta da 335 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 33696 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 79 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.