Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Educazione e metodo nel nido Montessori

Questa tesi racchiude le peculiarità del metodo Montessori applicato negli asili nido.

Vengono argomentati i seguenti temi: lo sviluppo del bambino da 0 a 3 anni (indicazioni pediatriche e di primo soccorso, il bambino in Maria Montessori), l'educazione del bambino nel metodo Montessori (attività di vita pratica, educazione sensoriale, educazione cosmica ecc), l'ambiente e i materiali (gli spazi a misura di bambino, il materiale sensoriale) e l'educatore e il metodo (la formazione scientifica, spirituale e tecnica).

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 2 Lo sviluppo del bambino da 0 a 3 anni 11 CAPITOLO 2 - LO SVILUPPO DEL BAMBINO DA 0 A 3 ANNI 2.1 Le indicazioni pediatriche e il primo pronto soccorso In questo paragrafo verranno trattatati alcuni aspetti relativi alla salute della coppia madre-bambino durante la gravidanza e alla cura del bambino nelle prime fasi del suo sviluppo fisico. 2.1.1 La gravidanza Esami Durante tutto il decorso della gravidanza vengono richiesti esami del sangue e delle urine, indispensabili per tenere sotto controllo la salute della futura mamma e del bambino nel grembo. Il tipo di esami e la frequenza con cui vengono richiesti variano da caso a caso e solo il ginecologo è in grado di stabilire quali siano quelli necessari per la gestante. Tra gli accertamenti generalmente richiesti vi sono: Identificazione del gruppo sanguigno e del gruppo Rh: serve ad accertare il gruppo sanguigno della mamma, Emocromo: ha lo scopo di controllare il numero e la dimensione dei globuli rossi, dei globuli bianchi, la quantità di emoglobina presente, Glicemia: serve a misurare la quantità di glucosio nel sangue (uno zucchero che costituisce il carburante dell’organismo), Azotemia e creatininemia: valutano la quantità presente nel sangue di azoto e di creatinina, prodotti di rifiuto dell’organismo, che vengono filtrati ed eliminati dai reni, Rubeo-test e Toxo-test: hanno lo scopo di controllare se la futura mamma è immunizzata contro la rosolia e la toxoplasmosi, Esame completo delle urine, Tritest: consiste in un prelievo di sangue che la gestante può effettuare tra la 15° e 17° settimana di gravidanza ed esprime la probabilità che la gestante possa avere un figlio affetto dalla sindrome di Down.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Roberta Rossi Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 722 click dal 09/03/2017.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.