Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Destination Management: strumento chiave per lo sviluppo turistico. Caso di Studio: Viterbo

In questo elaborato viene svolta un’analisi del settore turistico partendo dalle definizioni di destinazione turistica con l’individuazione delle sue principali caratteristiche e tipologie, passando poi all’aspetto di gestione in termini organizzativi e di marketing di un territorio. Si introduce quindi il concetto di Destination Management e di Destination Management Organization (DMO), ossia quel soggetto o ente riconosciuto e incaricato di svolgere e realizzare tutta una serie di attività, introdotte dal Destination Management, finalizzate allo sviluppo e mantenimento del prodotto turistico. Si descrivono i principali dati attinenti al settore del turismo a livello globale e nazionale facendo riferimento agli arrivi e alle permanenze dei turisti nelle località principalmente scelte come destinazioni. Si analizza il principale cambiamento che sta affrontando il settore del turismo, in particolare grazie all’utilizzo del Web da parte dei viaggiatori e degli operatori turistici.
Il fulcro dell’elaborato è rappresentato dalla ricerca svolta sui flussi turistici che visitano la città di Viterbo, tramite un’indagine realizzata all’interno del Polo Museale Colle del Duomo, principale attrazione turistica della città. Vengono analizzate e descritte le principali caratteristiche demografiche e comportamentali del campione di turisti intervistato al fine di eseguire una segmentazione degli stessi finalizzata all’individuazione delle attuali tipologie di viaggiatori che visitano la città o vi si recano in vacanza.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il turismo è uno dei settori chiave nell’economia di un paese, specialmente in un paese a vocazione turistica come l’Italia. La capacità di gestire questo strumento di sviluppo economico e sociale a disposizione di un territorio non è però sempre una caratteristica intrinseca al suo interno e in alcuni casi ci si ritrova a doverla sviluppare e migliorare nel tempo in maniera tale da poter trasformare il territorio in una vera destinazione turistica capace di attrarre determinati flussi di viaggiatori. Questo processo si confronta con una serie di cambiamenti in atto, che possono facilitare o ostacolare lo sviluppo e il successo delle destinazioni turistiche. Le persone che si muovono e viaggiano in giro per il mondo alla ricerca di nuove destinazioni da scoprire sono sempre di più. Si stima che nel 2030 saranno circa 1,8 miliardi i viaggiatori globali; ciò vuol dire maggiori flussi di arrivi e presenze in quelle destinazioni scelte come mete di un viaggio e possibilità di crescita economica per i territori che sapranno attirare tali flussi. Internet è ormai lo strumento con cui si organizzano viaggi, si

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Guglielmo Fassio Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 109 click dal 14/12/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.