Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La selezione del personale attraverso le agenzie per il lavoro: il caso Synergie Italia Spa

“Si potrebbe insegnare a un tacchino ad arrampicarsi sugli alberi, ma sarebbe meglio assumere uno scoiattolo”.
Quando l’arrampicata sull’albero è una sfida o una scadenza aziendale e si ha bisogno di persone competenti in fretta, come scegliere tra tante candidature il profilo più adatto? Un’azienda che non abbia al suo interno un ufficio di selezione del personale o che semplicemente non abbia i tempi per scegliere personalmente nuove risorse umane, può contare sul metodo e sulle competenze di un’agenzia per il lavoro.
Se le esigenze dei datori di lavoro sono cambiate per rispondere alle esigenze di un mercato vasto e diversificato, la ricerca di personale non può più essere considerata solo un’attività complementare e secondaria, svolta da selezionatori improvvisati. Nonostante, infatti, il progresso tecnologico, è sempre l’uomo a rappresentare la risorsa fondamentale, quella su cui poggiare le basi del successo di un’azienda.
È superata la concezione del personale dipendente come semplice “forza produttiva”: i dipendenti diventano una risorsa e ad essa va data un’importanza eguale agli altri fattori produttivi.
Quando si parla di selezione del personale solitamente, si pensa a un processo attivato quando un’organizzazione, per colmare una carenza del proprio organico deve reperire individui in possesso di determinati requisiti (qualifiche, competenze, idoneità fisica...).
Un insieme dunque, di azioni volte alla scelta, all’ingresso e all’inserimento di un nuovo soggetto in un ambiente dotato di proprie regole, valori, gerarchie e relazioni di lavoro. Ma come trovare il profilo adatto?
Le agenzie per il lavoro sono entrate in vigore con la riforma Biagi (Legge 30/2003 attuata dal D.Lgs 276/2003) e hanno sostituito le società di fornitura di lavoro temporaneo (interinale). Esse sono società private che svolgono attività d’intermediazione tra lavoratore e impresa, eseguono attività di ricerca e selezione del personale, somministrazione di lavoro temporaneo e attività di supporto alla ricollocazione professionale; devono essere autorizzate dal Ministero del Lavoro e iscritte nell’apposito albo unico delle Agenzie per il lavoro.
L’obiettivo del mio elaborato, sarà quello di capire cos’è la selezione del personale, vedere come è organizzata un’agenzia per il lavoro e come opera in concreto.
Il primo capitolo affronterà quindi il processo di selezione, mi focalizzerò in particolare sui soggetti coinvolti, le fasi principali e i canali disponibili di reclutamento.
Nel secondo capitolo parlerò delle agenzie per il lavoro, quando e come si sviluppano in Italia, i requisiti e la normativa che le regola, vedremo cos’è il lavoro in somministrazione e il progetto Garanzia Giovani.
Il terzo e ultimo capitolo analizzerà la realtà di un’affermata agenzia per il lavoro: Synergie Italia S.p.A., presente da quindici anni in Italia con settanta filiali. Synergie Italia filiale di Carpi (MO) ha appoggiato la mia ricerca e grazie al gentile supporto della Dott.ssa Nadia Mazzocchi, responsabile commerciale della filiale, ho potuto conoscere un contesto dinamico e interessante. Vedremo la storia, chi si rivolge alla società,come ricerca propri clienti e il personale da inserire al suo interno, i canali di reclutamento e il contributo al progetto Garanzia Giovani. Capiremo infine, se per il contesto italiano attuale, considerando anche le novità introdotte dal Jobs Act, il contratto a tempo indeterminato rappresenti ancora una possibilità concreta o un miraggio.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE “Si potrebbe insegnare a un tacchino ad arrampicarsi sugli alberi, ma sarebbe meglio assumere uno scoiattolo”. 1 Quando l’arrampicata sull’albero è una sfida o una scadenza aziendale e si ha bisogno di persone competenti in fretta, come scegliere tra tante candidature il profilo più adatto? Un’azienda che non abbia al suo interno un ufficio di selezione del personale o che semplicemente non abbia i tempi per scegliere personalmente nuove risorse umane, può contare sul metodo e sulle competenze di un’agenzia per il lavoro. La ristrutturazione degli organi aziendali, seguita da ininterrotte politiche d’innovazione tecnologica, i cambiamenti in atto nel mercato del lavoro, la crescente quantità di conoscenze accumulata e incorporata nei processi lavorativi, ha generato una trasformazione profonda del lavoro creando nuovi profili professionali e modificando le competenze richieste. Bisogna progettare nuove e flessibili strutture organizzative e avere allo stesso tempo valido personale, in grado di rispondere a questi nuovi bisogni. Se le esigenze dei datori di lavoro sono cambiate per rispondere alle esigenze di un mercato vasto e diversificato, la ricerca di personale non può più essere considerata solo un’attività complementare e secondaria, svolta da selezionatori improvvisati. Nonostante, infatti, il progresso tecnologico, è sempre l’uomo a rappresentare la risorsa fondamentale, quella su cui poggiare le basi del successo di un’azienda. 1 Pedon A., Sprega F. (2008), Modelli di psicologia del lavoro e delle organizzazioni, Roma, Armando Editore, p. 123.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Alessia Salerno Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 180 click dal 09/03/2017.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.