Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La scrittura ribelle di Nancy Cunard (1896-1965)

L'obbiettivo della mia tesi è, considerando la trasformazione e persino le continue contradizioni di Nancy Cunard, esplorare le sue opere dove alcune visioni del mondo si incontrano e altre si originano. Negli anni subito dopo la Prima Guerra Mondiale vuole essere soprattutto una brava poetessa: si concentra su sé stessa e sul mondo che la circonda, pubblica tre raccolte: Wheels-Outlaws, Sublunary e Parallax, a breve distanza una dall'altra, ma le critiche non sempre benevole le fanno cambiare idea. Così verso la fine degli anni trenta decide di inaugurare una piccola casa editrice per stampare libri eleganti e ben disegnati di autori giovani e sconosciuti. Svolgerà il lavoro con grande impegno, sarà lei a scoprire Samuel Beckett, ma anche questa passione arriva alla propria fine nel momento in cui incontra Henry Crowder, il musicista nero, che cambierà il corso della sua vita con i racconti sulla discriminazione e la segregazione razziale dei neri negli Stati Uniti d'America. La contestazione contro le egemonie occidentali, la lotta contro il razzismo e il colonialismo nell'interesse della classe operaia, bianca e nera, l'antifascismo, il lavoro instancabile per valorizzare l'identità, la storia e la cultura dei neri, la accompagneranno fino agli ultimi istanti della sua travagliata vita. Pubblicherà privatamente l'opuscolo Black Man and White Ladyship e, qualche anno più tardi, l'antologia Negro: il primo è un esame attento e minuzioso dell'ipocrisia e del razzismo manifestato da sua madre e dalle classi dominanti, al cui cerchio ella apparteneva, invece la seconda è un'opera colossale, un archivio dal quale ognuno possa attingere informazioni specifiche sulla questione nera, un'enciclopedia in cui immergersi e da cui trarre materiale a seconda dei propri interessi. Quello che mi ha incuriosito in Nancy, oltre al ruolo non convenzionale che ha scelto per sé stessa, ereditiera britannica a favore del comunismo radicale, aristocratica bianca che combatteva tutte le forme dell'oppressione imperialista nel mondo, è che non le bastava sostenere una causa a parole, era per le azioni concrete. Oltrepasserà la linea del colore e non mostrerà mai ripensamento o pentimento della scelta fatta.

Mostra/Nascondi contenuto.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Kornelia Vassileva Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 147 click dal 24/03/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.