Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'arcobaleno oltre la separazione. Nelson Mandela e i fondamenti del nuovo Sudafrica

Analisi del complesso panorama politico, storico ed economico del Sudafrica dalla seconda guerra anglo-boera fino alla fine dell'apartheid e la nascita della Rainbow Nation.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Capitolo 1 Hendrik Frensch Verwoerd – L’architetto dell’apartheid Hendrik Frensch Verwoerd professore, giornalista e Primo Ministro del Sudafrica dal 1958 al 1966, è stato soprattutto il principale filosofo e teorico dell’apartheid. Colui che una volta al governo perfezionò la legislazione razzista dello “sviluppo separato” tanto da esserne definito l’architetto. Eletto senatore e capogruppo del National Party 1 , nel 1950 divenne ministro degli Affari indigeni e nel 1958 assunse la guida del National Party e del governo. Convinto assertore della superiorità bianca, non fece mistero del suo antisemitismo, della sua anglofobia, delle sue simpatie per il nazismo e progettò il più grande regime razzista inteso a diventare una struttura permanente, provocando drammatiche tensioni culminate nel massacro di Sharpeville del marzo 1960 e nella messa al bando dell'African National Congress e del Pan-Africanist Congress. Verwoerd nasce ad Amsterdam l’8 settembre 1901 e nel 1903 si trasferisce in Sudafrica insieme alla famiglia, come secoli prima fecero i suoi avi, di cui ripercorre il lungo viaggio verso l’Africa australe e ne esalterà l’ideale mistico religioso. La compromessa situazione economica e politica della comunità che li accoglie, influenzerà molto questa famiglia già animata da un forte spirito nazionalista; soprattutto il giovanissimo Hendrik che un giorno determinerà le sorti di milioni di nativi sudafricani, per difendere la purezza della sua razza 2 . Quando i Verwoerd arrivano a Wynberg, in Sudafrica è appena finita, col trattato di Vereeniging, la seconda guerra boera. 3 (1899-1902). Inglesi e afrikaner hanno messo fine a un conflitto costato un prezzo altissimo per entrambi i popoli, in termini di perdite umane e di beni. Questa guerra è stata fortemente voluta dal partito conservatore inglese, bramoso di impossessarsi dei ricchissimi giacimenti di diamanti e oro di cui è ricco il territorio sudafricano, e altrettanto ostacolata dal Liberal Party britannico che si oppone a questo conflitto, reputandolo inutile, costoso e terribilmente sanguinoso. I boeri resistono furiosamente all’attacco degli inglesi, e questi ultimi, pur di porre fine al fanatismo afrikaner, ricorrono a grandi mezzi. Sostituiscono il comandante Lord Roberts con il più famoso generale del suo esercito, Horatio Kitchner, che sterminerà senza pietà gli oppositori inaugurando la politica della terra bruciata. Ad una ad una le fattorie del 1 National Party, NP, è il partito che ha guidato il paese durante l’apartheid. Fondato nel 1914 dal generale Herzog, l’Np ha la sua base nell’elettorato bianco. Dopo la vittoria del 1948 il partito si dedica alla costruzione del sistema dell’apartheid . La protesta nera fu repressa con forza e le organizzazioni ad essa collegate furono dichiarate fuori legge. 2 Dominique Lapierre, Un arcobaleno nella notte. La vera storia del Sudafrica di Nelson Mandela, Il Saggiatore, Milano 2008, pp 48 3 Wikipedia- Hendrik Verwoerd

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Umanistiche

Autore: Italia Bucci Contatta »

Composta da 87 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 173 click dal 14/04/2017.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.