Skip to content

Le istituzioni di Diritto Internazionale inerenti all'organizzazione dei Giochi Olimpici

Informazioni tesi

  Autore: Gaia Carosi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Cassino
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Servizi Giuridici per le Organizzazioni Pubbliche e dello Sport
  Relatore: Giancarlo Scalese
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 162

A partire dal 23 giugno 1894, data di fondazione del moderno Olimpismo, i Giochi Olimpici, sotto l’egida del Comitato Internazionale Olimpico, si sono evoluti sino a divenire un complesso evento sportivo che da un lato attrae atleti, lavoratori e spettatori da tutto il mondo, dall’altro impone dei vincoli economici, politici, normativi e urbanistici alla città che viene
scelta come città ospite della specifica edizione delle Olimpiadi.
Per ogni edizione dei Giochi Olimpici il CIO redige un documento, che rappresenta il “bando di gara” per le città che aspirano a divenire ospiti e che concorrono per la chance di firmare il Contratto della Città Ospite. Questo lavoro analizza, mettendone in luce le particolarità, i documenti redatti dal CIO in occasione della scelta della Città Ospite dei Giochi della XXXII Olimpiade il “2020 Candidature Acceptance Procedure” e il “2020 Candidature Procedure and Questionnaire” e l’oggetto del contendere delle città attualmente in gara per aggiudicarsi l’edizione dei Giochi Olimpici del 2024, l’“Host City Contract 2024 – Principles”.
I focus principali riguardano i termini del Contratto della Città Ospite, il controverso argomento della salvaguardia dei diritti umani e la tutela del simbolo Olimpico.
Nel caso dei diritti umani, l’analisi di alcune violazioni accertate e testimoniate in relazione ai Giochi Olimpici di Beijing 2008, Sochi 2014 e Rio 2016 e del vuoto normative che avvolge questo argomento, mi hanno portato a un implicito “j’accuse” nei confronti della massima autorità sportiva internazionale.
Per quanto concerne la tutela del Simbolo olimpico, partendo dalla tutela accordata dal Diritto Internazionale mediante il Trattato di Nairobi, passando per la tutela offerta dalla Carta Olimpica sono giunta ad analizzare gli esempi virtuosi di tutela offerti dai singoli Comitati Olimpici Nazionali in tutto il mondo, tra tutti quello degli Stati Uniti d’America.
Questo lavoro si propone in definitiva di mettere in luce lo straordinario potere pacificamente riconosciuto al CIO, che sebbene nasca come un’organizzazione non governativa sprovvista di personalità giuridica sul piano internazionale e votata alla promozione dei valori dell’olimpismo, oggi si impone come vertice dell’ordinamento sportivo internazionale dimostrandosi titolare di attribuzioni così ampie e permeanti da sovrastare e scavalcare le volontà degli Stati e derogare ai Trattati Internazionali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Capitolo I: La selezione della Città Ospite: come una città diventa “Host City” I.I Il Procedimento di Selezione nei Giochi Olimpici Moderni Uno speciale congresso inteso a ridare vita ai Giochi Olimpici, si tenne a Parigi, presso la Sorbona dal 16 al 24 giugno del 1894: vi parteciparono 79 delegati in rappresentanza di 14 nazioni e 49 società sportive. In quest’occasione si giunse alla fondazione del Comitato Olimpico Internazionale e il 23 giugno 1894, all’unanimità i delegati votarono a favore della proposta del barone De Coubertin, di ridar vita ai Giochi Olimpici, dando così inizio all’era delle Olimpiadi moderne 1 . Dopo il “varo” dell'Olimpismo moderno si presentarono inevitabilmente vari problemi: il più importante riguardò senza dubbio la scelta dei luoghi destinati a ospitare le edizioni dei Giochi Olimpici; il Congresso aveva votato, in segno di continuità con la tradizione, che la prima edizione venisse affidata ad Atene e fu scelta Parigi come Città Ospite della seconda edizione. Era ferma convinzione del barone De Coubertin che, in ossequio ai principi e valori di cui i Giochi Olimpici si facevano promotori, le competizioni internazionali si sarebbero dovute svolgere con cadenza quadriennale in forma itinerante nei cinque continenti, in modo che con il tempo, il numero più vasto possibile di paesi fosse coinvolto direttamente 1 R. L. QUERCETANI, Temi olimpici: Pierre de Coubertin, in http://www.treccani.it/enciclopedia/temi- olimpici-pierre-de-coubertin_(Enciclopedia_dello_Sport)/

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

giochi olimpici
olimpiadi
cio
ioc
olympic games
olimpiade
legge olimpica
movimento olimpico
host city contract
host city

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi