Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo Spiritual, il Gospel e il Blues come nuclei tematici fondamentali per lo sviluppo del Jazz

Questo studio nasce da grande passione e interesse verso il mondo delle musiche che affondano le primigenie radici nella cultura e nelle tradizioni dell’Africa.
Fin dagli anni dell’adolescenza il Continente Nero mi ha affascinato per le peculiarità dei popoli che lo abitano, per tradizioni che risalgono agli albori dell’umanità e, naturalmente, per la loro spiccata predisposizione verso tutto ciò che concerne musica, danza, ritualità, inventiva nella creazione di strumenti musicali a fiato e a percussione.
Tali elementi distintivi hanno mantenuto un ruolo fondamentale anche quando, nel corso dello scorrere dei secoli, sono venuti a contatto, spesso a causa di eventi forzati e drammatici (deportazioni di massa, sottomissione, sfruttamento coloniale etc.), con altre civiltà.
Ed è innegabile che proprio le esperienze patite dal popolo nero nella sua travagliata storia abbiano finito per riflettersi nel linguaggio musicale, acuendo in modo assolutamente unico ed originale il cotè espressivo della sofferenza.
L’attenzione ai linguaggi direttamente o indirettamente riconducibili alle radici africane, mi ha progressivamente permesso di scoprire un mondo musicale incredibilmente ricco di artisti che dapprima hanno toccato le corde della mia sensibilità emozionale e poi hanno finito per influenzare significativamente i miei attuali percorsi estetici ed interpretativi. Le scelte tematiche (autori, interpreti, versioni di riferimento) oggetto del presente lavoro sono state compiute in funzione delle mie peculiarità musicali e vocali ma che nello stesso tempo fungono da percorso che, attraverso Spiritual, Gospel e Blues, approda al punto di arrivo costituito dal Jazz. L’articolazione del lavoro segue il criterio cronologico per offrire continuità logica allo sviluppo dell’itinerario sia storico che musicale, dalle origini ai nostri giorni.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Presentazione Questo studio nasce da grande passione e interesse verso il mondo delle musiche che affondano le primigenie radici nella cultura e nelle tradizioni dell’Africa. Fin dagli anni dell’adolescenza il Continente Nero mi ha affascinato per le peculiarità dei popoli che lo abitano, per tradizioni che risalgono agli albori dell’umanità e, naturalmente, per la loro spiccata predisposizione verso tutto ciò che concerne musica, danza, ritualità, inventiva nella creazione di stru- menti musicali a fiato e a percussione. Tali elementi distintivi hanno mantenuto un ruolo fondamentale anche quando, nel corso dello scorrere dei secoli, sono venuti a contatto, spesso a causa di eventi forzati e drammatici (deportazioni di massa, sottomissione, sfruttamento coloniale etc.), con altre civiltà. Ed è innegabile che proprio le esperienze patite dal popolo nero nella sua travagliata storia abbiano finito per riflettersi nel linguaggio musicale, a- cuendo in modo assolutamente unico ed originale il cotè espressivo della sofferenza. L’attenzione ai linguaggi direttamente o indirettamente riconducibili alle radici africane, mi ha progressivamente permesso di scoprire un mondo musicale incredibilmente ricco di artisti che dapprima hanno toccato le corde della mia sensibilità emozionale e poi hanno finito per influenzare signifi- cativamente i miei attuali percorsi estetici ed interpretativi. Le scelte tema- tiche (autori, interpreti, versioni di riferimento) oggetto del presente lavoro sono state compiute in funzione delle mie peculiarità musicali e vocali ma che nello stesso tempo fungono da percorso che, attraverso Spiritual, Gospel e Blues, approda al punto di arrivo costituito dal Jazz. L’articolazione del lavoro segue il criterio cronologico per offrire continuità logica allo sviluppo dell’itinerario sia storico che musicale, dalle origini ai nostri giorni.

Laurea liv.I

Facoltà: Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo

Autore: Antonella Scalici Contatta »

Composta da 62 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 847 click dal 23/05/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.