Basi per un'agricoltura di autosufficienza nell'epoca moderna

La tesi comincerà con una visione globale delle problematiche dell’agricoltura convenzionale e introdurrà successivamente i vantaggi di un’agricoltura ciclica di autosufficienza, mostrandone le caratteristiche fondamentali. Si passerà poi ad analizzare alcuni esempi storici di come l’uomo abbia creato sistemi di sostentamento completamente autonomi, funzionanti stabilmente, e come questo gli abbia permesso di sopravvivere. Successivamente si andrà ad analizzare alcune forme di agricoltura non convenzionale che sono caratterizzate dallo sfruttamento dei cicli naturali e dall’assenza di input esterni. Quindi, basandosi sugli esempi e sulle tecniche colturali analizzate si andrà a mostrare un ipotetico esempio di come potrebbe essere costruito oggi un sistema autosufficiente di piccole dimensioni, illustrandone vantaggi e svantaggi.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. Riassunto La tesi comincerà con una visione globale delle problematiche dell’agricoltura convenzionale e introdurrà successivamente i vantaggi di un’agricoltura ciclica di autosufficienza, mostrandone le caratteristiche fondamentali. Si passerà poi ad analizzare alcuni esempi storici di come l’uomo abbia creato sistemi di sostentamento completamente autonomi, funzionanti stabilmente, e come questo gli abbia permesso di sopravvivere. Successivamente si andrà ad analizzare alcune forme di agricoltura non convenzionale che sono caratterizzate dallo sfruttamento dei cicli naturali e dall’assenza di input esterni. Quindi, basandosi sugli esempi e sulle tecniche colturali analizzate si andrà a mostrare un ipotetico esempio di come potrebbe essere costruito oggi un sistema autosufficiente di piccole dimensioni, illustrandone vantaggi e svantaggi. 2. Introduzione "È vero senza menzogna che ciò che è in basso è come ciò che è in alto. Suo padre è il sole, sua madre la luna, il vento la porta in grembo, la terra ne è la nutrice. Essa genera le opere di meraviglia del mondo intero. Il potere di questa cosa è perfetto. Dolcemente separa la terra dal cielo, il sottile dal denso. Ascende dalla terra ai cieli e ridiscende sulla terra riunendo in sé la forza delle cose superiori." Il testo rappresenta il documento più celebre degli scritti ermetici ed è attribuito allo stesso Ermete Trismegisto personaggio dell'età Ellenistica; il documento è stato tradotto dall'arabo al latino nel 1250 e documenta come già gli antichi avessero intuito l’importanza dell’acqua e di come essa permetta l’assoluta armonia del ciclo della vita. La vita, la sua stessa esistenza, si regge sopra a un bisogno di equilibrio, essa è generata e genera ordine nel caos, struttura disordinati atomi di carbonio in catene dal perfetto e stupefacente ordine e viola la legge fisica della continua tendenza dell'universo all’entropia. Questo, grazie al fatto che ha creato un sistema chiuso, dove ogni elemento e molecola viene riciclata seguendo un preciso ciclo di organismi. La scienza moderna separa le conoscenze in un percorso di specializzazione che nonostante i suoi innegabili successi costituisce un strato sottile della storia umana recente. Tuttavia essa pecca nella mancanza di una visione di insieme che colleghi le singole scienze, riconducendole a un unico sistema dinamico e continuo. Con questa digressione si vuole introdurre l’importanza di riconsiderare l’eredità tradizionale come un serbatoio di tecniche e di soluzioni da utilizzare come percorso di ricerca e direzioni operative diverse da quelle convenzionalmente accettate per l’agricoltura, nonché a immaginare affascinanti ipotesi di

Laurea liv.I

Facoltà: Agraria

Autore: Norberto Lesi Contatta »

Composta da 30 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 344 click dal 22/06/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.