Cercando Itaca. L'itinerario dell'adolescente verso la configurazione della propria identità

In questo lavoro si è effettuata un'analisi della società contemporanea prendendo in esame le principali agenzie di socializzazione(famiglia,scuola, mass media) e ponendo in luce gli elementi critici e problematici che le caratterizzano. Ci si è soffermati poi sul ruolo giocato dal gruppo dei pari e dalle associazioni giovanili nel processo di definizione identitaria e sul percorso di maturazione dell'identità sessuale e di genere. Infine ci si è concentrati sul concetto di libertà che, differenziandosi dal libero arbitrio, è chiamata ad assumere una forma precisa: quella dell'identità.
This work carries out an analysis of contemporary society by examining the main agents of socialization (family, school, mass media) and higlighting their key elements. Afterwards it focuses on the role played by peers and youth association in the definition of identity as well as in the maturation of sexual and gender identity. Finally, it analyses the concept of freedom in opposition to free will, and the crucial importance of freedom in the construction of identity.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione «Trovai un agente, corsi da lui e, col fiato in gola, gli domandai la strada. Sorridendo mi disse: “È da me che vuoi sapere la strada?”. Gli risposi: “Sì, da solo non riesco a trovarla!”. “Rinuncia, rinuncia!” mi disse, voltandosi come quelli che ridono di nascosto.» Questo frammento di un racconto di Franz Kafka, intitolato emblematicamente Rinuncia!, ben esprime la condizione dell’uomo contemporaneo, smarrito nel labirinto dell’incertezza e della precarietà, del soggettivismo e dell’individualismo esasperato che trasforma lo zoon politikon in una monade chiusa in se stessa e priva di legami significativi. Senza punti di riferimento ed in balìa di un cambiamento rapido ed incessante, l’uomo post moderno somiglia ad un Ulisse privo di un’Itaca e, perciò, incapace di tracciare la rotta della propria esistenza. Le principali agenzie di socializzazione, ovvero la famiglia, la scuola, i mass media ed il gruppo dei pari, dovrebbero rappresentare per l’adolescente i quattro punti cardinali della propria libertà, ma esse sono attraversate da una profonda crisi, che le ha portate a smarrire la consapevolezza della propria missione educativa. La parola “cardinale” deriva da “cardine” il cui primo significato, all’interno del dizionario della lingua italiana, è quello di “perno”, un perno, fissato allo stipite, sul quale ruotano i battenti di porte e finestre. In questa prospettiva, si potrebbe dire che l’uomo contemporaneo è s-cardinato, cioè privo di perni. Infatti, i quattro punti cardinali, che dovrebbero lasciare intravedere una direzione percorribile, sono essi stessi privi di un “orient-amento”, cioè hanno smarrito l’Oriente. La società liquida in cui viviamo ha infatti cancellato ogni riferimento stabile e relativizzato ogni valore. Inoltre, la flessibilità lavorativa ha reso precaria l’esistenza, ostacolando ogni progetto per il futuro e costringendo ad una “navigazione a vista”, senza la possibilità di studiare le rotte per dare una direzione precisa al viaggio. In un simile contesto, “raggiungere Itaca”, ossia il luogo del riconoscimento della propria identità, appare un’impresa troppo ardua, se non addirittura impossibile. Pertanto, d’innanzi ad un adolescente che domanda di essere guidato

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze dell'Educazione

Autore: Noemi Beccaria Contatta »

Composta da 72 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 412 click dal 01/09/2017.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.