Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Google Translate: Storia, funzionalità e esempio di traduzione

Lo scopo primario di questa tesi è quello di dare al lettore una più profonda conoscenza della traduzione automatica, con particolare attenzione al più comune software di MT: Google Translate.
Lo studio è diviso in tre parti. La prima fornisce una prospettiva delle invenzioni e degli eventi degni di nota che hanno portato dagli albori della traduzione automatica alla tecnologia disponibile oggi. La seconda parte della tesi è costituita da un esempio di uso empirico di Google Translate. La terza esamina il risultato dell’esperimento e ne classifica gli errori tenendo conto di lessico, morfologia, sintassi e morfosintassi.

PARTE I
La quantità di tempo considerata è di circa ottant'anni: dalla metà degli anni trenta fino ai giorni nostri. Lo studio mostra come l'interesse per la traduzione automatica è cambiato nel tempo. Infatti, il percorso evolutivo di questa tecnologia è stato tortuoso: dapprima la difficoltà di legittimazione, poi l 'entusiasmo per la stessa durante il primo decennio dopo la pubblicazione del "Memorandum on Translation" di Warren Weaver (in cui lo scienziato e matematico ha manifestato per la prima volta l'ideadi usare un computer come strumento di traduzione), in seguito lo scetticismo durante gli anni sessanta e, in ultimo, le diverse innovazioni che hanno aumentato la potenza e la precisione della traduzione automatica.

PARTE II
La seconda parte della tesi è costituita da un esempio di uso empirico di Google Translate. Lo scopo di questo capitolo è quello di comprendere quale tipo di risultato ci si dovrebbe aspettare dalla traduzione automatica. Il capitolo è suddiviso in tre sezioni. Nella prima viene riportato il secondo capitolo del libro "Nineteen Eighty-four" di George Orwell nella sua versione originale. Esso precede due traduzioni, entrambe dall'inglese all'italiano. La prima è una traduzione 'umana', in altre parole, svolta dal sottoscritto, ed è da considerare il prototipo di una traduzione accurata. La seconda viene invece generata con l'ausilio di Google Translate. Sperimentando con la traduzione automatica si notano diversi errori all'interno del testo tradotto. Una volta letta sia la versione accurata che la versione automatica della traduzione, è importante distinguere la varietà di errori appartenenti al secondo testo. Questo lavoro viene svolto nella Parte Terza.

PARTE III
La valutazione del risultato di Google Traduttore si svolge nel terzo e capitolo finale di questa tesi. Lo scopo di questa sezione è quello di analizzare la le questioni trovate nel testo e di ordinarle per tipo. La classificazione concerne errori di lessico, morfologia, sintassi e morfosintassi. Ciascuno di questi aspetti del linguaggio viene discusso in una suddivisione distinta del capitolo. In seguito viene fornita una considerazione riguardante le frasi tradotte in modo esatto e delle porzioni di testo che sono, invece, incomprensibili. Alla fine del capitolo è invece presente una tabella che riferisce, come pure riassume i risultati ottenuti nella dimostrazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 PREMESSA La tecnologia informatica ha avuto, negli anni dopo l'invenzione del computer, ampio utilizzo in materia scientifica, conseguenza quasi naturale del suo sviluppo. Da considerare meno scontato è il fatto che l'informatica abbia acquisito, col passare del tempo, un ruolo essenziale anche nel campo delle scienze umane, andando a fondere due settori che, prima d'allora, sembravano incompatibili: quello scientifico e quello umanistico. Uno degli esempi più significativi di questa unione è la nascita di discipline come la linguistica computazionale. La linguistica computazionale è il ramo della linguistica in cui le tecniche dell'informatica vengono applicate all'analisi ed alla sintesi del linguaggio e della parola. 1 Uno dei settori di cui questa branca della linguistica si occupa è quello della traduzione. Non si parla però della traduzione classica, quella cioè in cui un traduttore “in carne ed ossa” svolge tutto il lavoro, ma di una traduzione automatica, ovvero effettuata tramite utilizzo del computer. Tradurre è un'operazione complicata che può essere svolta solamente da chi conosce almeno due lingue: la lingua madre e una lingua straniera. 1 http://www.oxforddictionaries.com/definition/english/computational-linguistics.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Giorgio Fringuelli Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1484 click dal 14/09/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.