Skip to content

Evoluzione dei sistemi di gestione ambientale

Informazioni tesi

  Autore: Martina Egidio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Ornella Malandrino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 27

Il concetto di qualità lo possiamo definire come un insieme di attività coordinate tra loro, tese a valorizzare le risorse aziendali ed in grado di evitare, attraverso tempestive diagnosi eventuali inefficienze ed individuare adeguate soluzioni ad eventi imprevisti. Questo attuale modo di concepire la qualità è il frutto di secoli di studi ed esperimenti aziendali volti al miglioramento totale dell’azienda.
I primi concetti della qualità (inizio ‘900) erano basati principalmente al controllo delle materie prime, successivamente si pone l’attenzione anche al collaudo dei prodotti e controllo della produzione. Negli anni ’70 si inizia ad affermare un modello nuovo e sperimentale, che negli anni si è dimostrato un modo efficace per la gestione e controllo della qualità; il Total Quality Manager (TQM).
Durante questa crescita veemente del concetto di qualità nasce anche l’esigenza di creare un sistema che gestisse la qualità aziendale e così nacque nel 1987 un’organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO – International Organization for Standardization), che emanò una serie norme di norme contenente criteri fondamentali a cui un organizzazione deve rispondere.
La normazione è intesa come un insieme di norme e regole con lo scopo di soddisfare esigenze organizzative, funzionali e di efficienza, risulta un atto del tutto volontario, che prevede l’adesione a organismi preposti alla normazione, che possono operare su ambiti e territori diversi. La certificazione di qualità garantisce che un prodotto/servizio rispetti determinati parametri riscontrabili nelle norme di riferimento. Essa viene rilasciata dagli organismi di certificazione che controllano la conformità di prodotti e servizi per poi in un secondo momento, procedere al rilascio del certificato. Affinché si possa procedere all’ottenimento della certificazione e della valutazione di conformità sgli standard e normative è essenziale l’implementazione dell’audit.
L’ISO ha emanato numerose norme per la gestione ambientale, la c.d. famiglia delle ISO 14000 che insieme formano una politica ambientale volta alla salvaguardia dell’ambiente creando anche dei benefici economici all’interno dell’impresa. La norma più importante nella gestione ambientale risulta essere la ISO 14001 che fornisce le linee guida a tutte le organizzazione. Tali norme sono orientate non tanto a creare prodotti e servizi migliori per la clientela ma a normare un sistema di qualità ambientale tale da determinare un vantaggio misurabile all’interno dell’impresa.
Nelle varie norme per la gestione ambientale è presente anche l’Emas che ha valenza prettamente europea, introdotto nel 1993 con regolamento comunitario n. 1836, tale regolamento infatti si rubricava come adesione volontaria delle imprese del settore industriale ad in sistema comunitario di eco gestione e audit; successivamente ebbe una modifica nel 2001 e fu rinominata Emas II. La logica sottotesa a codesto regolamento europeo sono di miglioramento delle prestazione ambientali, creando degli standard che si adeguino alle esigenze peculiari delle organizzazioni, quindi gli obiettivi di miglioramento si misurano in base alle problematiche delle singole imprese.
Per le aziende che chiedono di certificarsi o aderiscono al regolamento EMAS comporta il raggiungimento di molteplici vantaggi, innanzitutto si riducono i costi connessi agli aspetti ambientali, e quindi, oltre a tutelare l’ambiente, l’impresa può avere anche dei vantaggi economici. L’adesione a tali norme risolve la gestione degli adempimenti normativi ambientali obbligatori. L'ottenimento della certificazione ambientale può consentire un miglioramento dell'immagine "verde" dell'impresa e l'eliminazione di eventuali barriere all'accesso in determinati mercati: non è infatti da escludere che nel breve periodo imprese operanti in paesi ad elevata sensibilità ambientale (Danimarca, Germania, Svezia, etc.) richiedano ai propri fornitori la certificazione del SGA.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Premessa CAPITOLO 1 – LA QUALITA’: ASPETTI EVOLUTIVI 1.1 – Quadro introduttivo della qualità Nel corso degli anni, anche grazie al progresso tecnologico, è profondamente cambiato il modo di essere impresa; l’idea che il profitto è l’unico obiettivo con il tempo è diventato solo uno dei tanti fini da ragiungere. Nella New economy la qualità sta assumendo un ruolo fondamentale per la realizzazione di processi produttivi efficaci ed efficienti, e rispondenti a esigenze di una clientela ormai piø attenda e sensibili a problematiche socio – ambientali. Il concetto di qualità lo possiamo definire come un insieme di attività coordinate tra loro, tese a valorizzare le risorse aziendali ed in grado di evitare, attraverso tempestive diagnosi eventuali inefficienze ed individuare adeguate soluzioni ad eventi imprevisti. Questo attuale modo di concepire la qualità è il frutto di secoli di studi ed esperimenti aziendali volti al miglioramento totale dell’azienda. I primi concetti della qualità (inizio ‘900) erano basati principalmente al controllo delle materie prime,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
redazi[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi