Skip to content

Una lettura psicoanalitica della guerra: le implicazioni della scissione

Informazioni tesi

  Autore: Giada Finucci
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia della personalità e delle relazioni interpersonali
  Relatore: Emilia Ferruzza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 34

Ho voluto trattare questo argomento perchè percepivo un paradosso fra il nostro continuo “andare avanti” in termini tecnologici, di scoperta, di democrazia; ed il continuare a fare la guerra. Nonostante infatti sia cambiato il modo in cui viene condotta, resta comunque un qualcosa di estremamente retrogrado, non funzionale, e che mira alla sopravvivenza di esseri umani, non evoluto quindi, sembra. Mentre tutte le nuove scoperte vanno nella direzione di allungarci la vita e rendercela migliore, la guerra sembra portarci indietro, minando alla vita dell’essere umano e rendendola di qualità nettamente inferiore.
“Andiamo sulla luna ma continuiamo a fare la guerra” O Fallaci.
Ho iniziato quindi a chiedermi se non fosse qualcosa di prettamente umano, e se non fosse in un certo senso indipendente dalle singolari condizioni sociali, economiche con cui “giustifichiamo” l’utilizzo della guerra in una certa occasione.
Come la psicoanalisi si interroga riguardo a questo?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 “Il fascino esercitato sulla fantasia da un disastro è dovuto al fatto che esso libera l’individuo dagli obblighi normali” (Susan Sontag, 2002). 1. INTRODUZIONE E’ stato guardando ogni giorno il telegiornale, restando attonita e sentendomi profondamente impotente davanti alle orribili immagini di massacri che si consumano ogni ora in tante parti del mondo, che mi sono chiesta come la psicoanalisi possa interrogarsi riguardo a questo. Franco Fornari, nell’introduzione al libro “Psicoanalisi della guerra”, racconta che la prima domanda posta da un uomo della strada ad uno psicoanalista che tratti di guerra potrebbe essere questa: “Con che diritto uno psicoanalista si occupa di queste cose che non sono di sua competenza?” (Fornari, 1966, p.6). Lo psicoanalista, analizzando persone che vivono problemi politici, si trova in una condizione privilegiata per osservare le modalità individuali, i meccanismi interni non riconosciuti attraverso i quali vengono elaborate le esperienze politiche e le esperienze sociali in genere. Ed è proprio questo il punto di partenza della seguente analisi, il ritorno al singolo nell’analisi di fenomeni sociali, politici ed economici come la guerra. Poiché forse è capovolgendo l’analisi dalla disamina dei danni ad un’analisi dei meccanismi psichici che continuano dall’inizio dell’umanità fino ad adesso a portare ad ucciderci l’un l’altro, che possiamo avere più consapevolezza di questo fenomeno ed auspicare soluzioni più profonde e concrete. Verranno quindi trattati la pulsione freudiana di morte (Cap 3) ed il meccanismo della scissione (Cap 2) – teorizzato da M. Klein e analizzato nel contesto della guerra da F. Fornari (Cap 4) con aggiunta di letture più recenti del fenomeno da parte di Kuriloff e P. Fonda (Cap 5) - come tendenze innate che conducono, sopra ogni motivazione ideologica, ad entrare in guerra.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

melanie klein
psicoanalisi
guerra
franco fornari
scissione
meccanismi di difesa
proiezione
elaborazione del lutto
paolo fonda
psicoanalisi dei gruppi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi