Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La relazione tra modulazione della prossimità spaziale e attaccamento

In questo lavoro di tesi verrà, per la prima volta, condotta un'attenta analisi della letteratura sulla relazione tra stili di attaccamento e modulazione della distanza interpersonale (spazio che ci divide dagli altri). Nel primo capitolo verrà data una definizione di prossemica e ne saranno esplicitati gli studi più importanti, fra cui quello di Hall (1968) sui vari tipi di distanze: intima, personale, sociale, pubblica. Verranno trattati i fattori che influenzano la prossimità spaziale, ovvero il genere, cultura ed età. Successivamente, sarà introdotto il concetto di territorialità, distanziamento e body buffer zone, e verrà spiegato,attraverso uno studio citato da Hall (2001) nel libro "La dimensione nascosta", cosa accade quando il proprio territorio diventa sovraffollato. Seguiranno i metodi per lo studio delle distanze interpersonali, sia classici che innovativi. Questi ultimi, in particolare, consistono nell'utilizzo di dispositivi di Realtà Virtuale Immersiva (gli avatar rappresentano l'individuo con cui si interagisce). Nel secondo capitolo sarà esplicitata la teoria dell'attaccamento di Bowlby e i vari stili di attaccamento. Sarà dato spazio al modello di Ainsworth e alla Strange Situation Procedure. Un accenno al lavoro di Hesse (1999) che ha indagato la relazione fra stili di attaccamento nel genitore, indagati con l'Adult Attachment Interview, e stili di attaccamento nel figlio. Nel terzo capitolo verrà trattato il metodo Prisma, ovvero un metodo innovativo di criteri e regole per la ricerca e selezione dei contributi scientifici, che ha permesso di individuare gli articoli più adatti allo scopo di questo lavoro di tesi. Saranno menzionate le parole chiave, i criteri per l'esclusione di alcuni lavori e, in ultimo, quali sono stati i risultati della ricerca. Nel quarto capitolo verrà affrontata la relazione fra prossimità e stili di attaccamento interpretati nell'ottica dell'embodied cognition.

Mostra/Nascondi contenuto.

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Antonella Serafino Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 152 click dal 04/10/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.