Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le donne nella rete di ''Cosa Nostra''.

Il presente lavoro di tesi ha il compito di illustrare le dinamiche di una delle più grandi organizzazioni italiane, Cosa Nostra, radicata , in modo particolare ne''area nord-occidentake della Sicilia. Di norma, si tende a parlare di mafia in termini superficiali, soprattutto quando la si accosta solo agli episodi di criminalità o traffici illeciti: in realtà Cosa Nostra ha relazioni ben più complesse, ordite con imprenditori, enti ed istituzioni. Inoltre, viene anche analizzata la figura della donna all'interno di Cosa Nostra, fiura che spesso viene messa in secondo piano ma che, in realtà, occupa anch'essa un ruolo primario all'interno delle organizzazioni mafiose.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 “La mafia è un fenomeno umano, è come tutti i fenomeni umani ha un principio, una sua evoluzione e avrà quindi anche una fine”. Giovanni Falcone. INTRODUZIONE Il presente lavoro di tesi ha la finalità di illustrare le dinamiche di una delle più gran- di organizzazioni criminali italiane, Cosa Nostra, radicata, in modo particolare, nell’area nord-occidentale della Sicilia. Di norma, si tende a parlare di mafia in termini superficiali, soprattutto quando la si accosta solo ed esclusivamente agli episodi di criminalità o ai traffici illeciti: in realtà, Cosa Nostra ha relazioni ben più complesse, ordite con imprenditori, enti ed istituzioni. 1 Il primo capitolo ripercorre le vicende di Cosa Nostra e ne analizza gli episodi sa- lienti, in un’ottica diacronica che parte dal Secondo Dopoguerra e giunge ai giorni no- stri: pertanto, dopo un breve excursus, si procede all’analisi di alcuni elementi storici che hanno influito sull’espansione dell’organizzazione ed offrono spunti significativi per esaminarne la complessità e le ripercussioni sulla società civile. Il secondo paragrafo del primo capitolo, esamina la struttura gerarchica di Cosa No- stra e la rete di rapporti che non implica solamente i rapporti tra le famiglie dell’organizzazione ma anche i legami che instaura con le istituzioni ufficiali dello Sta- to. 2 In questa sede, inoltre, si procede ad evidenziare l’evoluzione logistica della mafia nell’ultimo cinquantennio, le differenti modalità nella gestione di traffici, trattative e re- lazioni con i contatti della malavita locale. Il secondo capitolo ha per argomento l’alterazione di alcuni degli stereotipi più diffu- si in Cosa Nostra: infatti, in passato, il codice linguistico dei mafiosi è stato declinato 1 PEZZINO P., Una certa reciprocità. Mafia e modernizzazione violenta nella Sicilia Postunitaria, Franco An- geli, Milano, 1990. 2 VITTORIO T., La mafia di carta: mafie, mafiosi e mafiologie, Guaraldi/Gu.Fo, Rimini, 1998.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Eleonora Svezia Contatta »

Composta da 54 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 215 click dal 25/10/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.