Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Chronic Care Model. ''Home Health Care''

La struttura della popolazione a livello demografico è caratterizzata principalmente dal progressivo aumento della speranza di vita, ma anche dall’inevitabile crescita delle patologie croniche, in un contesto di crisi economico/finanziaria dove, al diminuire delle disponibilità in termini di risorse, aumenta la richiesta di salute a lungo termine. Secondo la definizione dello European-Health-Interview-Survey (EHIS), le malattie croniche sono riconducibili a patologie di lunga durata, oppure a quei problemi di salute che durano, o che si prevede durino, per almeno sei mesi. Tutte le realtà sanitarie, compresa quella italiana, stanno vivendo un momento di cambiamento e di revisione dei modelli di assistenza. Nel consenso generale internazionale sta emergendo che per migliorare l’assistenza alle persone con patologie croniche è necessario un approccio più ampio come il Chronic Care Model (CCM) elaborato da E. H. Wagner, che si basa su sei elementi fondamentali.

The demographic structure of the population is mainly characterized by a gradual increase in life expectancy but also by an inevitable increase of chronic diseases, in a context of economic/financial crisis where, with decreasing availability of resources, the demand for long-term health increases. According to the definition of the European-Health-Interview-Survey (EHIS), chronic diseases are caused by long-term illnesses, or by health problems lasting, or expected to last, for at least six months. The Italian health system is changing and revising the assistance models. The international consensus is emerging that to improve assistance for people with chronic conditions a broader approach such as the Chronic Care Model (CCM) developed by E. H. Wagner, which is based on six fundamental elements, is required.

Mostra/Nascondi contenuto.
Pag. 1 INTRODUZIONE In queste poche righe scritte da Florence Nightingale e Sir William Osler nell’ormai secolo scorso, è racchiusa tutta l’essenza dell’assistenza infermieristica proiettata verso un processo di trasformazione sociale ed economica, interessando i vari aspetti della vita nella popolazione, partendo proprio da quelli della salute che, attraverso specifici stili e abitudini ne influenzano la qualità. Come si evince dai dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 1 nel 2014, le malattie non trasmissibili (MNT), come cancro, diabete, malattie cardiocircolatorie e/o respiratorie, hanno mietuto 38 milioni di vittime, il 68% di tutte le morti registrate nel mondo nello stesso anno. Fra queste, 16 milioni le persone con meno di 70 anni e oltre 80%, nei paesi 2 poveri. Demograficamente parlando la struttura della popolazione è caratterizzata dal progressivo aumento della speranza di vita ma anche dall’inevitabile crescita delle patologie croniche in un contesto di crisi economico/finanziaria dove al diminuire delle disponibilità in termini di risorse aumenta la richiesta di salute a lungo termine. Tutte le realtà sanitarie compresa quella italiana, stanno vivendo un momento di cambiamento e di revisione dei modelli di assistenza prestati finora. Com’è noto le regioni hanno tempi e modi diversi di recepire gli indirizzi della trasformazione per cui ho creduto interessante analizzare la situazione dove vivo e lavoro: le Marche. 1 WORLD HEALTH ORGANIZATION “Global status report on non communicable diseases 2014” Geneva, 2015. 2 http://www.who.int/chp/chronic_disease_report/contents/Italian, consultato il 05-01.2017.

Tesi di Master

Autore: Mariarosaria Buonviaggio Contatta »

Composta da 54 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 229 click dal 27/10/2017.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.