Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Elementi Pneumatologici nel Contra Eunomium e nel De Spiritu Sancto di S. Basilio di Cesarea

È proprio all’insegnamento dei Padri orientali, e in particolare di un “gigante” della fede quale Basilio Magno, che questo elaborato farà riferimento per recuperare la ricchezza e la profondità della teologia pneumatologica dei primi secoli, per attingere la ricchezza dello Spirito Santo nella storia della Chiesa. La scelta di approfondire i testi di Basilio è stata fatta tenendo presente la sua capacità e il coraggio di andare controcorrente per i suoi tempi, nell’affermare la divinità dello Spirito Santo, frutto di una vita cristiana vissuta pienamente nella luce dello Spirito Santo che «infonde la forza per annunciare la novità del Vangelo con audacia (parresia), a voce alta e in ogni tempo e luogo, anche controcorrente» .
Il titolo dato a questo elaborato «Gloria al Padre con (μετά) il Figlio e con (σύν) lo Spirito Santo» , è stato scelto per dare immediatamente una chiave di lettura e contemporaneamente una sintesi dogmatica della pneumatologia di Basilio. Tale frase, come si vedrà più avanti, ha avuto il merito di unificare la lex credendi e la lex orandi, ma ha avuto anche la responsabilità di proporre una “novità” non immediatamente compresa e accettata da tutti, suscitando dubbi e perplessità teologiche.
Tale studio intende mettere in luce, come specificato dal sottotitolo, gli elementi pneumatologici presenti nelle due opere di maggior rilievo , in tal senso, di Basilio: il Contra Eunomium e il De Spiritu Sancto.
L’elaborato non ha la pretesa di presentare in maniera esaustiva e completa tutta la pneumatologia di Basilio, presente come è normale in molte altre opere, ma vuol essere soltanto un tentativo di entrare in contatto con una teologia viva, frutto di un forte dinamismo ecclesiale, attraverso un’immersione diretta negli scritti di Basilio per coglierne le molteplici ricchezze, quasi come un frugare in un baule (depositum fidei) pieno di tesori meravigliosi che attendono di essere ammirati.
Tale percorso sarà sviluppato attraverso tre capitoli. Il primo capitolo sarà strutturato a mo di introduzione, per osservare in modo ampio il contesto nel quale Basilio ha vissuto, le dinamiche delle dispute teologiche e le varie eresie avutesi nel IV sec. Ciò si rende necessario per comprendere a fondo i contenuti presenti nei due testi presi in esame, giacché Basilio si dovette confrontare con una serie di movimenti ereticali. Il secondo capitolo si occuperà di presentare e problematizzare il trattato del Contro Eunomio, mettendone in luce gli aspetti dogmatici fondamentali e in particolare gli elementi pneumatologici emersi in special modo nella controversia con Eunomio, avendo la consapevolezza che, come ricorda papa Francesco,
«le differenze tra le persone e le comunità a volte sono fastidiose, ma lo Spirito Santo, che suscita questa diversità, può trarre da tutto qualcosa di buono e trasformarlo in dinamismo evangelizzatore che agisce per attrazione. La diversità dev’essere sempre riconciliata con l’aiuto dello Spirito Santo; solo Lui può suscitare la diversità, la pluralità, la molteplicità e, al tempo stesso, realizzare l’unità» .
Questa è stata una consapevolezza forte in Basilio, che anche di fronte ad una serie di sfide dettate dalla diversità di pensiero ha saputo ricercare con onestà e decisione la verità, assistito dallo Spirito Santo.
Il terzo e ultimo capitolo, analizzerà il trattato sullo Spirito Santo cercando di far emergere la bellezza e la singolarità della teologia basiliana. In esso Basilio cerca, a partire dalla spiegazione della sua nuova dossologia, di esplicitare in modo esaustivo la pneumatologia che aveva presentato in nuce nel Contro Eunomio.
Alla conclusione si affiderà una breve analisi pastorale dell’agire teologico di Basilio e si cercherà di attualizzare i contenuti presenti, avendo la coscienza che «quella di Basilio è una pneumatologia concreta, vissuta, non scolastica, ma “funzionale” nel senso più positivo del termine, ed è quello che la rende particolarmente attuale e utile per noi oggi».

Mostra/Nascondi contenuto.
6 CAPITOLO I CONTESTO STORICO – DOGMATICO DEL IV SECOLO «La fede dei trecentodiciotto santi Padri, convenuti a Nicea di Bitinia non deve essere abrogata, ma deve rimanere salda; si deve anatematizzare ogni eresia, specialmente quella degli eunomiani o anomei, degli ariani o eudossiani, dei semiariani e pneumatomachi, dei sabelliani, dei marcelliani, dei fotiniani e degli apollinaristi» 9 . Il primo canone del Concilio di Costantinopoli del 381 sembra condensare in poche righe il clima tumultuoso ed il panorama teologico del IV sec. nel quale è vissuto Basilio Magno. Tale canone permette di cogliere l’intenso fermento e la forte crescita per la vita ecclesiale e teologica avutasi nell’arco del IV sec. e specialmente manifestata nei sinodi e nei primi due Concili Ecumenici di Nicea nel 325 e di Costantinopoli nel 381. «Il periodo che si estende approssimativamente dalla seconda metà del IV alla prima del V sec può essere considerato come il piø brillante della Chiesa antica per le personalità che lo hanno illustrato e la qualità delle opere filosofiche, teologiche e spirituali che vi sono state prodotte» 10 . ¨ stato un secolo di vera e propria inculturazione nel quale «l’evoluzione culturale del tempo e le ricerche del mondo greco e latino hanno avuto le loro ripercussioni immediate sul linguaggio 9 CONCILIO DI COSTANTINOPOLI I, Canone 1, in DS 151. 10 J. LI¨BAERT – M. SPANNEUT – A. ZANI, Introduzione generale allo studio dei padri della Chiesa, Brescia 2 2012, 193.

Tesi di Laurea

Facoltà: Istituto Teologico Salernitano

Autore: Simone Gentile Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 29 click dal 03/11/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:
×