Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La statistica nel calcio: un'analisi non parametrica di efficienza

L'obiettivo principale della tesi è di studiare, tramite la tecnica non parametrica della Data Envelopment Analysis, l'efficienza di 11 squadre del campionato di serie A dalla stagione 2011/2012 alla stagione 2016/2017. Dopo un'analisi stagione per stagione per valutare l'efficienza dei singoli team, è stato calcolato l'Indice di Produttività di Malmquist trattando i dati come panel. Infine, si è visto che è possibile considerare le squadre calcistiche come unità produttive che raggiungono determinate frontiere e che hanno determinata efficienza.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. Introduzione 1.1 La statistica nello sport Il mondo dello sport è sempre stato a contatto con la statistica: basti pensare a una semplice partita di calcio in cui, a fine gara, vengono stilate alcune statistiche descrittive, quali il possesso palla, i tiri in porta, i tiri fuori… Nella pallacanestro vengono nominati i tiri tentati, le stoppate, i rimbalzi… Nella pallavolo vengono nominati i muri, le schiacciate, gli errori in battuta… Ci si chiede se queste statistiche (oltre a dare una buona sintesi ai match appena conclusisi) possano essere utilizzate per fare uno step successivo, ossia l’andamento delle squadre nel prosieguo del loro rispettivo campionato. Le statistiche di sintesi delle partite vengono quindi utilizzate per prevedere il comportamento delle successive, considerando ovviamente anche altri parametri. Per fare ciò, bisogna partire da chi ha cominciato ad applicare la statistica allo sport: i Sabermetrici. 1.2 La Sabermetrica Sabermetrica deriva dall’acronimo SABR, che a sua volta indica la Society for American Baseball Research (fondata nel 1971) ed è l’analisi empirica dei dati statistici applicati al baseball. Bill James fu colui che creò il termine e fu tra i più attivi a studiare le statistiche del baseball fin dalla seconda metà degli anni ’70. Già prima del 1971 qualcuno aveva capito le potenzialità delle statistiche applicate al baseball (anche grazie alla precoce invenzione del box score, l’insieme delle statistiche di una partita), concluse con l’elaborazione di alcuni libri (si cita Earnshaw Cook col suo “Percentage Baseball”, 1964) da cui la SABR avrebbe poi preso ispirazione. La Sabermetrica si presta bene ad essere applicata al baseball in quanto si tratta di uno sport statico, in cui

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Davide Gulino Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 334 click dal 14/11/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.