Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

FinTech: la digitalizzazione dei servizi finanziari

Il lavoro di tesi proposto nasce con l’intento di analizzare nel dettaglio le trasformazioni tecnologiche che stanno coinvolgendo il mondo dei servizi finanziari. Questo cambiamento è guidato dal recente fenomeno del FinTech, abbreviazione del termine inglese “financial technology”. Dunque il FinTech è identificabile come un settore in cui operano società che utilizzano soluzioni tecnologiche per rendere i sistemi finanziari più efficienti. La rivoluzione in questione, portata avanti dall’innovatività del FinTech, sta ottenendo risultati importanti da qualche anno, grazie alla nascita di numerose startup che si sono poste l’obiettivo di cambiare radicalmente il modo in cui sono stati erogati i servizi finanziari fino ad oggi ed il modo in cui i consumatori ne fruiscono. La possibilità di poter disporre di tecnologie, di capitali con cui finanziarsi, di un mondo digitale sempre più connesso e di talenti dell’informatica e della finanza, ha spinto molte realtà ad iniziare il cammino verso l’ambizioso tentativo di competere con le istituzioni bancarie che da sempre hanno basato il proprio business sul modello di “banca universale”, ossia erogatrice di qualsiasi servizio finanziario. L’opportunità data dalle dimensioni del mercato ha spinto molti investitori istituzionali e non ad investire in startup FinTech e, grazie ai primi successi in USA e in UK, è aumentato sempre di più l’interesse verso questo comparto che è passato dai 2,4 miliardi di dollari di investimenti nel 2011 ai 22 miliardi del 2015.

La scelta di affrontare questo tema deriva dalla mia passione per il mondo delle startup, della tecnologia e soprattutto della finanza: questi sono i tre concetti alla base del FinTech. Inoltre ritengo che la rivoluzione tecnologica dei servizi finanziari portata avanti da questo settore sia uno degli argomenti più interessanti e più importanti che dovrebbe richiamare l’attenzione di chiunque operi nel settore finanziario, in modo tale da comprendere come tra potenzialmente dieci anni i modelli di business delle banche tradizionali potrebbero risultare obsoleti e minacciati da realtà FinTech. Dunque ritengo che queste trasformazioni avranno un grande impatto su un settore che da sempre è stato uno tra i più solidi e più inaccessibili da realtà esterne, a cause delle alte barriere all’ingresso.
L’obiettivo di questa tesi dunque è quello di analizzare a fondo le dinamiche del FinTech, cercando di capire come sia possibile apportare cambiamenti così significativi in un settore così strutturato come quello finanziario.

Il lavoro è suddiviso in tre capitoli:
• Il primo capitolo ripercorre le radici della trasformazione del mondo finanziario a cui stiamo assistendo oggi. Il focus sarà quello di comprendere il percorso innovativo compiuto dai servizi finanziari dagli anni ’50 ad oggi, per prendere atto del fatto che le trasformazioni e le innovazioni sono sempre esistite, ma che con il recente avvento della tecnologia moderna e soprattutto del digitale hanno visto una decisa accelerazione rispetto al passato.
• Il secondo capitolo prende in esami tutti i settori in cui le startup FinTech stanno riscontrando maggior successo in termini di adozione da parte del mercato e di investimenti; questi comparti corrispondono al digital payment, crowdfunding, bitcoin, blockchain e alla consulenza finanziaria digitale tramite i robo advisor. Questi sono i settori in cui la rivoluzione FinTech sta apportando i cambiamenti più significativi.
• Infine il terzo capitolo ha come scopo quello di presentare il futuro del FinTech e i diversi trend che influenzeranno maggiormente il mondo finanziario.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Il lavoro di tesi proposto nasce con l’intento di analizzare nel dettaglio le trasformazioni tecnologiche che stanno coinvolgendo il mondo dei servizi finanziari. Questo cambiamento è guidato dal recente fenomeno del FinTech, abbreviazione del termine inglese “financial technology”. Dunque il FinTech è identificabile come un settore in cui operano società che utilizzano soluzioni tecnologiche per rendere i sistemi finanziari più efficienti. La rivoluzione in questione, portata avanti dall’innovatività del FinTech, sta ottenendo risultati importanti da qualche anno, grazie alla nascita di numerose startup che si sono poste l’obiettivo di cambiare radicalmente il modo in cui sono stati erogati i servizi finanziari fino ad oggi ed il modo in cui i consumatori ne fruiscono. La possibilità di poter disporre di tecnologie, di capitali con cui finanziarsi, di un mondo digitale sempre più connesso e di talenti dell’informatica e della finanza, ha spinto molte realtà ad iniziare il cammino verso l’ambizioso tentativo di competere con le istituzioni bancarie che da sempre hanno basato il proprio business sul modello di “banca universale”, ossia erogatrice di qualsiasi servizio finanziario. L’opportunità data dalle dimensioni del mercato ha spinto molti investitori istituzionali e non ad investire in startup FinTech e, grazie ai primi successi in USA e in UK, è aumentato sempre di più l’interesse verso questo comparto che è passato dai 2,4 miliardi di dollari di investimenti nel 2011 ai 22 miliardi del 2015. La scelta di affrontare questo tema deriva dalla mia passione per il mondo delle startup, della tecnologia e soprattutto della finanza: questi sono i tre concetti alla base del FinTech. Inoltre ritengo che la rivoluzione tecnologica dei servizi finanziari portata avanti da questo settore sia uno degli argomenti più interessanti e più importanti che dovrebbe richiamare l’attenzione di chiunque operi nel settore finanziario, in modo tale da comprendere come tra potenzialmente dieci anni i modelli di business delle banche tradizionali potrebbero risultare obsoleti e minacciati da realtà FinTech. Dunque ritengo che queste trasformazioni avranno un grande impatto su un settore che da sempre è stato uno tra i più solidi e più inaccessibili da realtà esterne, a cause delle alte barriere all’ingresso.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Lorenzo Fuso Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3562 click dal 11/12/2017.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.