Skip to content

Armonizzazione dei titoli di studio. Impatto sul mondo della musica

Informazioni tesi

  Autore: Emanuela Roscioli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Conservatorio di Musica "L. Refice" di Frosinone
  Facoltà: Dipartimento di Fiati
  Corso: Scuola di Saxofono
  Relatore: Eugenio Colombo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 93

Come è cambiato l’ordinamento dell’Istruzione musicale in Italia? Quali sono i pro e i contro della riforma? La formazione del musicista è effettivamente più completa, o si è andati contro a delle carenze causate da una dispersione delle energie? Soprattutto, tutti i Conservatori di Italia si sono adeguati alla stessa maniera? E siamo davvero competitivi con gli studenti provenienti dal resto d’Europa?
Per rispondere a questi interrogativi, in questo libro si affronta il tema dell’istruzione musicale in Italia, in particolare per la classe di Saxofono, dopo la riforma dei Conservatori basata sulla Legge 508/1999 per aderire al Processo di Bologna.
Il Processo di Bologna è la riforma internazionale dell’istruzione superiore, con l’obiettivo della creazione di uno Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore, tramite l’Armonizzazione dei percorsi di studi (Ripartizione in 3 Cicli di studio, e uso dei Crediti ECTS), e dei titoli di studio (Quadro Nazionale dei Titoli, Diploma Supplement).
Il Lavoro è strutturato in due parti: la prima, in cui si analizza la normativa riguardante le varie conferenze e dichiarazioni costituenti il Processo di Bologna e l’ordinamento Italiano (Diploma Accademico di Primo e Secondo Livello, SMIM-scuole medie ad indirizzo musicale, Pre-accademici, Licei Musicali); la seconda, in cui si riporta l’ordinamento Francese e Tedesco.
Sia in Francia sia in Germania sono attuati anche i dottorati di ricerca (3° Ciclo), sia ad indirizzo scientifico musicale sia interpretativo.
In Italia sono stati previsti dalla L. 508/1999 i 3 Cicli di Studi - Diploma Accademico di Primo Livello, Diploma Accademico di Secondo Livello, Diploma Accademico di Formazione alla Ricerca - ma allo stato attuale è stato attivato soltanto il Diploma Accademico di Primo Livello. Il Diploma Accademico di Secondo Livello è stato attivato solo in modo sperimentale mentre il Diploma Accademico di Formazione alla Ricerca addirittura non è stato ancora attivato per mancanza di decreti attuativi.
L’autrice, alla luce della propria esperienza di studentessa di questo percorso in Conservatorio, evidenzia le carenze sui contenuti degli esami di ammissione, i contenuti e le modalità di svolgimento dei piani di studi che non permettono agli studenti Italiani di poter reggere il confronto con gli studenti di Francia e Germania, ma anche da Conservatorio a Conservatorio a seguito dell’Autonomia delle singole Istituzioni e senza aver stabilito in sede legislativa gli obiettivi minimi di ogni percorso di studi.
Viene proposta una soluzione per il sistema Italiano, attuabile anche senza dover aspettare le modifiche legislative, per poter davvero “armonizzare” l’Italia con gli altri Paesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Capitolo 1 - 5 - 1 Introduzione I vari Stati aderenti al Processo di Bologna (riforma degli studi d’istruzione superiore) possono essere associati alle varie voci che compongono un’armonia: così come una voce di tale armonia si muove al suo interno, per dare un senso alla melodia, così anche un titolo di studio acquisito in uno Stato può muoversi all’interno di questa comunità allargata, per dare un senso alla propria formazione. Questo movimento delle voci deve rispettare una serie di regole ben definite per gli spostamenti (legame armonico, evitare l’incrocio delle parti, ecc.), allo stesso modo un titolo di studio per essere armonizzato agli altri deve rispettare delle regole che gli stessi membri del Processo di Bologna si sono dati. Nonostante siano passati quasi 20 anni dall’inizio del Processo di Bologna, ancora si avvertono cadenze d’inganno e dissonanze da risolvere (livelli di preparazione diversi, difficoltà alla mobilità, ecc.). In questo lavoro approfondirò le regole che sono state stabilite dal Processo di Bologna, che sono: 1. la creazione di uno Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore; 2. l’attenzione alla dimensione sociale; 3. il sistema strutturato in cicli di studi; 4. il sistema dei titoli; 5. il sistema dei crediti; 6. la mobilità (degli studenti, dei docenti e dei futuri lavoratori); 7. l’assicurazione della qualità; 8. l’apprendimento permanente; 9. l’apertura internazionale. Il tutto affrontato sull’impatto che tale riforma ha sullo studio della musica nei Paesi aderenti, in particolar modo per la classe di Saxofono, che è quella che io frequento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

processo di bologna
armonizzazione dei titoli di studio
afam alta formazione artistica e musicale
piano di studi conservatorio
diploma accademico di primo e secondo livello
conservatori in francia e germania
license, bachelor, master, doctorat in musica
diploma supplement o supplemento al diploma
quadro dei titoli italiani per il conservatorio
riforma dei conservatori dopo la legge 508/1999

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi