Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dieta chetogenica e suoi risvolti nell'attività sportiva

Sintesi dei contenuti:
La tesi si suddivide in tre diverse parti. La prima ha uno scopo introduttivo poiché dedicata all‘accenno dei principali metabolismi e sistemi energetici che si occupano di ossidare i substrati energetici per la produzione di energia. Nella seconda parte sono stati trattati i tre macronutrienti che costituiscono i diversi regimi alimentari, in particolare sono state descritte le loro caratteristiche funzionali evidenziando il loro rapporto in termini quantitativi sia per ilsoddisfacimento del fabbisogno energetico che per instaurare una dieta chetogenica. La terza parte infine approfondisce tutti gli aspetti legati allo stato di chetosi, con un ampia esposizione delle ricerche scientifiche che sono state condotte sulla dieta chetogenica sia in ambito clinico che sportivo cercando di porre le basi conclusive per l‘utilizzo di questa strategia nutrizionale in modo sicuro ed efficace.

Principali conclusioni:
Gran parte delle evidenze scientifiche sconsigliano l‘utilizzo della dieta chetogenica per gli sport di resistenza dove la principale fonte energetica impiegata è il glicogeno. Tuttavia recenti ricerche hanno trovato utile l'impiego della dieta chetogenica durante la preparazione atletica per cercare di avere un incremento dell'ossidazione degli acidi grassi durante la prestazione, inoltre si è visto che può stimolare dei cambiamenti favorevoli sulla composizione corporea.
Come sappiamo gli sport di resistenza come quelli che sfruttano una componente prevalentemente aerobica hanno bisogno di glicogeno come substrato energetico, e proprio per questo motivo durante i periodi di intenso allenamento vengono consigliate diete ad alto apporto di carboidrati per favorire una complete saturazione delle riserve prima di ogni prestazione. Molte preparazioni proprio per questo motivo prevedono delle strategie per il carico dei carboidrati in modo che ci sia una grande disponibilità delle scorte di glicogeno proprio in concomitanza con la prestazione atletica, queste tecniche di carico tuttavia si sono dimostrate molto utili per andare a saturare le scorte in minor tempo. Da questa ipotesi si è pensato di sfruttare nuove strategie per implementare anche l'utilizzo degli acidi grassi durante le attività di resistenza.
In definitiva si può affermare che la dieta chetogenica ha degli utili risvolti sportivi, ma è sempre importante che sia stilata in modo appropriato a seconda delle esigenze del singolo soggetto, e soprattutto applicata nelle giuste fasi dell'allenamento.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 CAPITOLO I IL METABOLISMO 1 I processi metabolici I processi metabolici costituiscono tutte le reazioni biochimiche che avvengono all‘interno di una cellula, queste reazioni includono una serie di trasformazioni chimiche a catena, dove cooperano più enzimi che rendono possibili dei processi indispensabili: sintetizzare prima i precursori delle macromolecole biologiche e tirare fuori l‘energia dalle macromolecole stesse [246]. Le reazioni che avvengono nella cellula costituiscono un processo per fare in modo da promuovere reazioni inattuabili, ovvero reazioni eccessivamente lente per poter dare un contributo ai meccanismi cellulari, anche con la partecipazione di enzimi per poter permettere la sopravvivenza ad ogni organismo [100]; quindi l‘occorrenza che una reazione si svolga in un sistema biologico dipende sia dalla velocità con cui deve svolgersi, che dall‘importanza di un determinato processo metabolico. 1.1 Generalità Il metabolismo ―dal greco metabolḗ, mutamento‖ 1 . Rappresenta l‘insieme dei processi chimici per produrre energia, e proprio grazie a tutti questi processi sono dovute ogni funzione delle diverse forme di vita: la nascita, lo sviluppo, la conservazione ed il rinnovo dei tessuti organici [245]; le trasformazioni chimiche che continuamente avvengono nell'organismo si possono differenziare in due diverse fasi: • processi di separazione e di degradazione ―catabolici‖, mediante i quali le sostanze organiche vengono scisse da macromolecole composte a molecole scomposte [8]; • processi di sintesi ―anabolici‖, che permettono la formazione di nuove cellule o l‘accumulo di nuova materia organica all‘interno di esse [254]. 1 Sapere.it, Metabolismo, De Agostini editore 2012, http://www.sapere.it/enciclopedia/metabolismo.html, Accesso 4 Maggio 2017

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Carlo D'auria Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 283 click dal 10/01/2018.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.